Milano_sgombero
CRONACA 17 Novembre Nov 2014 1200 17 novembre 2014

Milano, tensioni per sgombero Aler: tafferugli e feriti

Tensione in zona Giambellino: 70 i contestatori. Cinque agenti feriti.

  • ...

Protesta contro lo sgombero.

Tensioni e tafferugli tra polizia e antagonisti il 17 novembre a Milano, durante lo sgombero di una coppia in un appartamento Aler in via Vespri Siciliani 71.
SETTANTA CONTESTATORI. Una settantina di contestatori ha prima protestato e poi si è scagliata contro gli agenti lanciando pietre, estintori e altri oggetti.
A quel punto la polizia ha risposto col lancio a mano di due lacrimogeni e col «contenimento» con i manganelli.
Due persone sono state arrestate dagli agenti, Tommaso P., di 24 anni, e Giuseppe T., di 52 anni, entrambi pregiudicati, accusati di violenza, resistenza e lesioni.
UN POLIZIOTTO IN OSPEDALE. Durante i tafferugli sono rimasti feriti cinque poliziotti. Uno di questi è stato colpito alla testa da un mattoncino lanciato dal gruppo di contestatori (circa una cinquantina).
Il poliziotto è stato trasportato in ospedale per suturare un taglio e le sue condizioni non sono gravi.
I comitati hanno invece denunciato via Facebook l'utilizzo di lacrimogeni da parte degli agenti, un fatto confermato dalle forze dell'ordine.
BLOCCATA LA 95. Dopo gli scontri, i manifestanti hanno attraversato in corte le vie del quartiere, bloccando il traffico in diversi punti. La linea 95 è stata fermata per alcuni minuti da un gruppo di 50 persone, all’angolo tra via Gentile Bellini e piazza Pietro Frattini, in zona Lorenteggio.
Alle 12.30 la situazione è tornata alla calma e la folla si è allontanata. Intanto, nelle stesse ore al Comando provinciale dei carabinieri in via Moscova, il pm Maurizio Romanelli annunciava che due donne di 24 e 28 anni erano state denunciate per l'assalto al circolo Pd avvenuto l'11 novembre in via Mompiani 11.
DUE FERMI PER IL RAID CONTRO IL PD. Un raid compiuto da diverse persone che distrussero la sede mentre era in corso una riunione del Sunia (il Sindacato nazionale unitario inquilini ed assegnatari) organizzata per discutere proprio del problema degli alloggi Aler. Le due indagate sono incensurate, ma sono già note alle forze dell'ordine per disordini di piazza. Appartengono alla realtà anarchica milanese e vivono proprio in via Mompiani, a pochi civici dal circolo colpito e dallo Spazio anarchico okkupato 'Rosa Nera', che si trova in via Ravenna, a 400 metri di distanza.
PERQUISIZIONI E MATERIALE «INTERESSANTE». I carabinieri hanno eseguito quattro perquisizioni domiciliari (tre in appartamenti privati e uno in un negozio della zona) e dai controlli è emerso materiale ritenuto «interessante» da investigatori e pm. Trovate le maschere utilizzate durante l'assalto (come quelle di Carnevale, che coprono metà volto), abiti sporchi della vernice usata per realizzare lo striscione lasciato nella sede Pd («Basta sgomberi, No Tav»), e documenti che saranno ora analizzati. Intanto si cercano i complici, probabilmente altre quattro persone legate alla stessa sfera antagonista. È possibile che nelle prossime ore qualche altro nome venga iscritto nel registro degli indagati.
La situazione è testa, e potrebbe addirittura peggiorare dopo il vertice in prefettura chiamato a decidere sui 200 sgomberi nella prima settimana di operazioni promessi dal presidente di Regione Roberto Maroni.

Correlati

Potresti esserti perso