Giustizia 141118070936
NUOVI NUMERI 18 Novembre Nov 2014 0705 18 novembre 2014

Giustizia Italia, cause civili arretrate nella media Ue

Smentito un vecchio luogo comune: il nostro Paese è quasi con l'Europa.

  • ...

In Italia le cause civili arretrate sono circa 835 mila.

Sorpresa nei tribunali civili: le cause pendenti non sono 5,2 milioni, ma 'appena' 835 mila cui si sommano 98 mila processi in Cassazione.
A rivelare i numeri che smontano un vecchio luogo comune sull'Italia, allineando il nostro Paese all'Europa, è stato il quotidiano La Stampa che ha fatto un bilancio della cosiddetta «giustizia incivile», ovvero le cause pendenti da più di quattro anni. Anche se, considerando i paramenti dell'Europa, in realtà, l'arretrato arriva a 3,7 milioni. Una cifra comunque ben diversa da quella conosciuta finora.
MAGGIORI RITARDI AL SUD. Secondo i dati diffusi dal ministero della Giustizia (è stato usato un nuovo software che ha reso soddisfatto il titolare Andrea Orlando), però, è emerso che la metà degli arretrati si accumula in appena cinque sedi. Ed è venuta fuori un'Italia spaccata in due con il record di ritardi al Sud (escludendo il caso di Milano) con performance negative a Foggia, Bari, Salerno, Catania, Santa Maria Capua Vetere, Lecce e Palermo.
Peccato che le inefficienze alla fine siano pagate da tutti, visto che per i ritardi lo Stato Italiano ha finora sborsato circa 400 milioni di euro di risarcimenti.

Correlati

Potresti esserti perso