Piazza Loggia Brescia 120414115740
MISTERO 18 Novembre Nov 2014 0900 18 novembre 2014

Stragi Anni 70: nessun segreto nei documenti della Difesa

Trovati solo i rapporti sul Pci. Mancano riferimenti a neofascisti e servizi deviati.

  • ...

Un uomo soccorre uno dei feriti dopo lo scoppio della bomba in Piazza della Loggia.

La strage di Piazza della Loggia a Brescia resta avvolta nel mistero. E a nulla è valsa la decisione di togliere il segreto sui carteggi dell'attentato. Perché, come per il caso di Piazza Fontana e delle altre stragi degli Anni 70 (definite «eventi», mentre il disastro del Dc9 Itavia a Ustica è diventato un «incidente»), è emerso che la maggior parte dei documenti riguarda il Partito comunista.
Come ha sottolineato il quotidiano La Repubblica, infatti, non c'è alcun riferimento ai gruppi neofascisti né ai servizi segreti deviati. Insomma, il mistero resta ancora fitto nonostante il ministero della Difesa abbia reso disponibili i documenti sui casi.
BRESCIA, CARTE SUL PCI. Il caso di Brescia, oltre a quello di Ustica per il quale ci sono carte che testimoniano come in mare si trovavano navi militari dotate di missili a razzi, è uno di quelli che ha lasciato più misteri.
Sull'attentato che il 28 maggio 1974 provocò la morte di otto persone e il ferimento di 102, esistono carteggi solo sul Pci a partire dal Dopoguerra. Per esempio c'è un appunto dell'esercito che risale al 1950 su «enti commerciali stranieri in Italia in collegamento con i servizi segreti della Polonia e con il Pci». Così come un carteggio sulla «perequazione dei quadri comunisti» e una nota dell'attività anti-Ced del Pci.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso