Tensione Torino 141118154528
INIZIATIVA 18 Novembre Nov 2014 1543 18 novembre 2014

Torino, tensione alle case occupate dell'ex villaggio olimpico

Un gruppo di consiglieri voleva ispezionarle ma è stato bloccato. Doppio presidio in piazza.

  • ...

Momenti di tensione alle palazzine di via Giordano Bruno a Torino per la resistenza opposta da un centinaio di rifugiati ad alcuni consiglieri comunali che volevano visitare gli alloggi da loro occupati.

Momenti di tensione martedì 18 novembre a Torino, nelle palazzine di via Giordano Bruno che nel 2006 hanno ospitato gli atleti delle Olimpiadi invernali. Un centinaio di rifugiati ha impedito ad alcuni consiglieri comunali di visitare gli alloggi occupati. La commissione doveva verificare le «condizioni di degrado della proprietà comunali». Il consigliere di Fratelli d'Italia, Maurizio Marrone, ha annunciato un esposto per danno erariale.
PRESIDIO IN PIAZZA CONTRO «IL DEGRADO». La delegazione di consiglieri comunali era composta, oltre che da Maurizio Marrone, da Fabrizio Ricca e Roberto Carbonero della Lega Nord, Silvio Viale del Partito democratico e Andrea Tronzano di Forza Italia. Per evitare che le tensioni si trasformassero in scontri, è stato necessario l'intervento della polizia. «Volevamo esercitare il nostro sacrosanto diritto al sindacato ispettivo», ha spiegato Marrone, «e accertare i danni portati a strutture comunali dagli stranieri occupanti, ma ci è stato impedito da persone che sostengono sia necessario prendere appuntamento con loro per entrare. È una cosa inaccettabile». Forza Italia ha organizzato un presidio contro il degrado nella vicina piazza Galimberti. I rifugiati stanno organizzando un contro-presidio.

Correlati

Potresti esserti perso