Luisa Maiuri 141119120552
GUIDA PERICOLOSA 19 Novembre Nov 2014 1206 19 novembre 2014

Castellabate, investe anziano: pirata è vicesindaco

Lei è fuggita dopo l'impatto. L'uomo è morto per le lesioni riportate.

  • ...

Luisa Maiuri, vicesindaco di Castellabate.

Il 18 novembre ha investito un anziano ed è fuggita a bordo della sua auto per le strade di Castellabate (Salerno). L'uomo è morto per le lesioni riportate, e il giorno dopo è arrivata l'incredibile scoperta: il pirata della strada era il vicesindaco Luisa Maiuri.
È quanto accertato dalle indagini dirette dal sostituto procuratore della procura della Repubblica di Vallo della Lucania Alfredo Greco.
INVESTITO DA A5. Un uomo stava attraversando la strada quando sarebbe stato investito da un'Audi A5 in località San Pietro, per poi essere sbalzato sulla corsia opposta nella quale transitava in quel momento il vicesindaco del paese che lo avrebbe travolto.
Di qui, le ipotesi accusatorie formulate dalla procura della Repubblica di Vallo della Lucania, di omicidio colposo per entrambi i conducenti delle vetture, e di omissione di soccorso per la Maiuri.
SPIEGAZIONE DI MAIURI. Proprio in serata ha voluto chiarire, attraverso il legale di fiducia Attilio Tajani, la sua versione dei fatti. «Luisa Maiuri al momento dell'investimento credeva di aver colpito un oggetto inanimato, un pezzo di legno, questo anche a causa della poca illuminazione nel tratto interessato dall'incidente. Solo all'arrivo al comune ha collegato i due fatti, recandosi spontaneamente nella caserma dei carabinieri».
Del resto, già in mattinata il primo cittadino di Castellabate, Costabile Spinelli, aveva ribadito come il suo vicesindaco non si fosse accorto dell'investimento, denunciando l'opera di 'sciacallaggio nei confronti di Luisa Maiuri.
ATTESA AUTOPSIA. Intanto Alfredo Greco, sostituto procuratore della Procura di Vallo della Lucania e titolare della indagine, ha fissato per venerdì 21 novembre l'esame autoptico della salma.
In quella occasione è prevista la presenza degli uomini della sezione investigazioni scientifiche del comando provinciale dei carabinieri di Salerno, per effettuare una serie di esami non ripetibili, e un consulente di parte nominato dalla famiglia di Giuseppe Spinelli. L'autopsia potrebbe contribuire a fare chiarezza sulla dinamica dell'incidente, specie in relazione alle responsabilità degli iscritti nel registro degli indagati.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso