Israele 130315194545
MEDIO ORIENTE 19 Novembre Nov 2014 1153 19 novembre 2014

Gerusalemme, abbattuta la casa di un palestinese

Rappresaglia contro l'attentatore che con l'auto ha investito e ucciso una donna e un bambino.

  • ...

Una colonia israeliana.

L'esercito e la polizia israeliani hanno distrutto nella notte tra il 18 e il 19 novembre a Gerusalemme est, la casa di un palestinese ritenuto il responsabile dell'attentato in cui rimasero uccise, il 22 ottobre scorso, un neonato e una giovane donna. «La casa di questo terrorista, che aveva investito con un'automobile dei civili israeliani, uccidendo un neonato e una giovane donna il 22 ottobre in una stazione di tram di Gerusalemme, è stata distrutta a Silwan», ha precisato un comunicato dell'esercito.
BENNETT VUOLE L'OPREAZIONE MILITARE. Altra benzina sul fuoco arriva dal ministro Naftali Bennett - leader nazionalista di 'Focolare ebraico' vicino al movimento dei coloni - che ha chiesto che Israele lanci un'operazione militare a Gerusalemme est «per sradicare le infrastrutture del terrore».
Secondo Bennett - che ha parlato alla Radio militare dopo l'attentato del 18 novembre alla sinagoga - l'operazione dovrebbe ricalcare quella condotta a tappeto nel 2002 in Cisgiordania contro la seconda Intifada. Per l'ex capo dello Shin Bet Ami Ayalon, tuttavia, la proposta «è irrealizzabile».

Correlati

Potresti esserti perso