Polizia Turchia 141122131651
DRAMMA 22 Novembre Nov 2014 0800 22 novembre 2014

Eurolega, tifoso serbo ucciso a Istanbul

Il 25enne è stato ferito a morte negli scontri prima della sfida Galatasaray-Stella Rossa.

  • ...

Polizia turca in azione durante una manifestazione.

Un tifoso della Stella Rossa di Belgrado è stato ucciso nella notte tra il 21 e il 22 novembre nei pressi del palazzetto dello sport di Istanbul, dove la squadra serba ha affrontato il Galatasaray per l'Eurolega di basket.
Il 25enne Marko Ivkovic, originario di Belgrado, è stato accoltellato da tifosi turchi ed è deceduto dopo cinque ore di agonia in ospedale.
LANCIO DI PIETRE. Secondo la ricostruzione del console Zoran Markovic, sostenitori del Galatasaray avrebbero attaccato un gruppo di circa 400 tifosi della Stella Rossa che non avevano avuto accesso all'impianto (non è chiaro se fossero tutti in possesso dei biglietti) lanciando contro di loro pietre e altri oggetti.
Per sedare gli scontri è intervenuta la polizia che ha fatto uso di lacrimogeni. E nel caos generale uno dei tifosi turchi avrebbe estratto un'arma ferendo il belgradese.
L'IRA DEL PREMIER VUCIC. Il console ha accusato gli organizzatori di non aver saputo gestire un evento ad alto rischio, ma il dramma ha indotto il primo ministro serbo, Aleksandar Vucic, a telefonare al suo collega turco, Ahmet Davutoglu, condannando «l'odioso episodio» e chiedendo «l'immediato arresto e la punizione degli assassini».
Il premier ha anche deplorato le parole dell'allenatore del Galatasaray, Ergin Ataman (ha definito «terroristi» il ragazzo ucciso e tutti gli altri tifosi della Stella Rossa) e ha annunciato che il tecnico non sarà più benvenuto in Serbia. La partita Galatasary-Stella Rossa si è giocata regolarmente ed è stata vinta dai padroni di casa 100-103 dopo due tempi supplementari.

Correlati

Potresti esserti perso