Australia Mamma Neonato 141124140737
ESTERI 24 Novembre Nov 2014 0800 24 novembre 2014

Australia, mamma abbandona neonato in un tombino: incriminata

Il bebè ha vissuto per cinque giorni senza cibo e acqua: è in gravi condizioni. Per i medici la donna soffre di depressione post-parto.

  • ...

Una 30enne deve comparire in tribunale a Sydney con l'accusa di tentato omicidio, dopo aver abbandonato il figlioletto neonato in una fossa di scarico coperta da un pesante tombino.
Il bebè è stato scoperto a Blacktown (South Galles) il 23 novembre in fondo alla fossa, a due metri e mezzo di profondità, da ciclisti di passaggio allertati dal suo pianto.
CINQUE GIORNI AL BUIO. Secondo la polizia il piccolo, ricoverato in condizioni gravi ma stabili, sarebbe sopravvissuto miracolosamente per cinque giorni in fondo alla fossa, dove era stato lasciato cadere attraverso un'apertura nel terreno.
Ci sono volute diverse persone per sollevare la lastra di cemento e recuperare il bimbo, malnutrito e disidratato. Era ancora avvolto nella copertina dell'ospedale, il cordone ombelicale era stato tagliato e serrato.

La polizia ha rintracciato la madre dopo aver controllato i registri degli ospedali e aver bussato alle porte delle case delle novelle madri.
Secondo l'ispettore di polizia David Lagats se il piccolo non fosse stato trovato la mattina presto, non sarebbe sopravvissuto alle temperature del 23 novembre (nella zona il termometro ha raggiunto i 40 gradi). Anche la madre, che si ritiene soffra di depressione post-natale, è stata ricoverata in ospedale. Il piccolo dovrebbe essere affidato ai servizi sociali.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso