Tribunale 131017093023
GIUSTIZIA 26 Novembre Nov 2014 1658 26 novembre 2014

Psichiatra uccisa a Bari, 30 anni all'assassino

Al termine del rito abbreviato riconosciute le aggravanti della crudeltà e dei futili motivi.

  • ...

L'aula di un tribunale.

Il gup del tribunale di Bari Roberto Oliveri del Castillo ha condannato alla pena di 30 anni di reclusione Vincenzo Poliseno, imputato per l'omicidio volontario della psichiatra barese Paola Labriola, uccisa il 4 settembre 2013 mentre era al lavoro nel Centro di salute mentale di via Tenente Casale a Bari.
AGGRAVANTI RICONOSCIUTE. Sono state riconosciute le aggravanti della crudeltà e dei futili motivi, esclusa la sussistenza di vizi totali o parziali di mente. La sentenza è stata emessa al termine di un processo celebrato con rito abbreviato.
Riconosciuto il risarcimento danni alle costituite parti civili, il marito, i tre figli e l'ex marito della vittima.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso