Carabinieri 141124114425
BLITZ 26 Novembre Nov 2014 0801 26 novembre 2014

Soldi falsi, 50 arresti in Campania

Operazione dei carabinieri. Nella gang la madre della bimba abusata a Caivano.

  • ...

Un'auto dei carabinieri.

Oltre 50 persone sono state arrestate dai carabinieri di Napoli e Caserta, assieme a quelli dell'Antifalsificazione monetaria, in un'operazione scattata all'alba del 26 novembre in Campania. I carabinieri hanno notificato un provvedimento cautelare chiesto dalla Dda di Napoli per i reati di associazione per delinquere, falsificazione di monete, spendita e introduzione nello Stato di monete falsificate, falsificazione di valori di bollo e contraffazione di sigilli pubblici.
LEZIONI DI CONTRAFFAZIONE. Il gruppo di falsari, secondo quanto ha detto il procuratore di Napoli, Giovanni Colangelo, era noto in tutta Europa e faceva parte del cosiddetto «Napoli Group», sigla che include varie organizzazioni campane a cui, secondo gli inquirenti, è riconducibile il 90% degli euro falsi nel mondo.
La banda dava lezioni di contraffazione anche all'estero spostandosi da un Paese all'altro. Le banconote venivano spese non solo in Europa, ma anche in Paesi africani come Algeria, Tunisia e Senegal.
COINVOLTA LA MADRE DELLA BIMBA ABUSATA A CAIVANO. Nella gang c'è anche Domenica Guardato, la mamma della piccola Fortuna, vittima di abusi e morta il 24 giugno scorso dopo essere caduta nel vuoto a Caivano. La donna è tra i destinatari dei divieti di dimora e secondo l'accusa acquistava consistenti quantità di banconote contraffatte da Giuseppe Manzo, un altro abitante del parco Verde di Caivano arrestato. Successivamente le rivendeva ad acquirenti abituali che provvedevano a spenderle nei negozi e nei supermercati. Sulla morte della bimba è aperta un'inchiesta che ipotizza l'omicidio.

Correlati

Potresti esserti perso