2014 Posti Disponibili 141021165617
PROGETTO 27 Novembre Nov 2014 1715 27 novembre 2014

Arte, 2 mila volontari del Servizio civile per tutela

Protocollo d'intesa tra Franceschini e Bobba: l'impegno complessivo stanziato è di 11 milioni di euro.

  • ...

Nel 2014 i posti disponibili per il Servizio civile nazionale sono 23 mila.

Saranno 2 mila i volontari in Servizio civile nazionale impegnati a promuovere lo svolgimento di attività di tutela, di fruizione e valorizzazione del patrimonio culturale.
A prevederlo un protocollo d'intesa stipulato il 27 novembre dal ministro per i Beni e delle attività culturali e il Turismo Dario Franceschini e dal sottosegretario al Lavoro Luigi Bobba.
L'iniziativa è particolarmente rilevante, soprattutto se si pensa alla crescita delle domande, arrivate a 140 mila per soli 23 mila posti.
PERCORSO DI SPERIMENTAZIONE. Il ministro ha sottolineato come si tratti «del primo protocollo interistituzionaleche inaugura un percorso di sperimentazione di progetti di servizio civile nazionale innovativi, capaci di coniugare lo spirito proprio del servizio civile, esperienza di formazione e arricchimento sia per i giovani che per la società, con la necessità di agevolare l'ingresso di giovani professionalità nel mondo del lavoro».
Per Bobba «la certificazione delle competenze acquisite nel corso dell'anno di servizio civile nazionale è uno degli elementi per consentire ai giovani di poter spendere nel mondo del lavoro l'esperienza maturata».
IMPEGNO DA 11 MILIONI. A seguire è stato firmato l'accordo di programma che prevede la realizzazione di progetti di servizio civile nazionale per l'impiego dei 2 mila volontari.
L'impegno complessivo è di circa 11 milioni di euro, equamente ripartiti tra le due amministrazioni.
DIVISI TRA LAVORO E CULTURA. I mille volontari che beneficeranno del finanziamento del ministero del Lavoro e delle politiche sociali rientrano nei progetti finanziati con risorse relative al PON IOG (programma Garanzia Giovani), per gli esercizi finanziari 2014/2015, destinate a giovani che siano disoccupati o inoccupati e nel contempo, non risultino essere inseriti in un percorso di istruzione e di formazione.
Gli altri mille volontari che beneficeranno del finanziamento del ministero della Cultura verranno impegnati in progetti dedicati alla tutela del patrimonio culturale di musei, archivi e biblioteche, con particolare attenzione alla diffusione della cultura tra le giovani generazioni.

Correlati

Potresti esserti perso