Ambulanza 140915160905
CRONACA 27 Novembre Nov 2014 2240 27 novembre 2014

Roma, compagno le spara alla testa: 22enne gravissima

Lite tra fidanzati finisce con un colpo di fucile. Ragazza colpita alla testa ricoverata in condizioni disperate.

  • ...

Un'ambulanza.

Ferita con un colpo di fucile alla testa in un casolare di campagna di Sacrofano, alle porte di Roma. Lotta tra la vita e la morte una ragazza di appena 22 anni, trasportata nella serata di mercoledì 26 novembre d'urgenza all'ospedale Sant'Andrea.
Per i carabinieri si è trattato di un tentato omicidio. A finire in manette un uomo di 42 anni, suo compagno, che era con lei in casa quando sono arrivati i soccorsi. Ancora da chiarire l'esatta dinamica di quanto accaduto e cosa avrebbe spinto il 42enne a premere il grilletto.
IPOTESI DI UNA LITE PER GELOSIA. L'ipotesi è che tra i due, che si frequentavano da qualche tempo, sia scoppiata una lite forse per questioni di gelosia. Ma non si esclude neanche la strada di un gioco finito male. A quanto ricostruito finora, prima della tragedia i due avevano mangiato e bevuto insieme nel casolare dove viveva da solo l'arrestato.
Poi forse è nata una discussione degenerata fino al momento in cui l'uomo avrebbe imbracciato il fucile facendo fuoco.
A dare l'allarme al 118 è stato proprio il 42enne. Quando gli operatori sono arrivati in casa hanno trovato la ragazza per terra in un lago di sangue. Così hanno contattato il 112. Sono intervenuti i carabinieri della stazione di Sacrofano e del Nucleo Investigativo del Gruppo di Ostia per i rilievi tecnici. I militari hanno subito bloccato l'uomo che in quel momento era da solo in casa con la giovane.
IL COMPAGNO TRASFERITO A REBIBBIA. Si tratta un disoccupato che sbarca il lunario con piccoli lavori di giardinaggio e riparazioni meccaniche. Su disposizione della Procura di Tivoli, che coordina le indagini, è stato trasferito nel carcere di Rebibbia. Critiche le condizioni della giovane, sottoposta la scorsa notte a un delicato intervento chirurgico.
I MEDICI: «CONDIZIONI GRAVISSIME». «La ragazza versa in condizioni gravissime», ha reso noto in giornata la direzione sanitaria dell'ospedale San'Andrea, dove è ricoverata, «è priva di coscienza e la prognosi è riservata». A quanto ricostruito la 22enne, che tempo fa si è trasferita a Sacrofano, lavorava saltuariamente in zona anche come cassiera del supermercato. I due si conoscevano da qualche tempo e spesso uscivano in compagnia di altri amici. In corso anche indagini sul fucile, sembrerebbe con matricola abrasa, da cui è partito il colpo.

Correlati

Potresti esserti perso