Pagani 141128115203
CRONACA 28 Novembre Nov 2014 1154 28 novembre 2014

Salerno, assalto a portavalori: scontro a fuoco

Banditi in azione a Pagani. Le guardie hanno risposto ai colpi dei rapinatori.

  • ...

Il luogo dove è avvenuta la tentata rapina, nel centro di Pagani (Sa).

Un assalto a un furgone portavalori nel Salernitano è stato sventato dopo un conflitto a fuoco con guardie giurate. Il fatto avvenuto in pieno giorno nel centro di Pagani, popolosa cittadina dell'agro Nocerino-Sarnese.
Nella sparatoria sono stati colpiti tre passanti: uno di loro al viso, ferito in maniera molto grave, e altri due - la cassiera di un supermercato e una signora che stava facendo la spesa - in maniera lieve.
COLPO FALLITI E ASSALITORI FUGGITI. Come è avvenuto il giorno prima nel colpo da film tentato sull'Autostrada del Sole a Lodi, anche questo tentativo di rapina è fallito e i banditi sono fuggiti (forse uno di loro rimane ferito) e in tutta l'area scatta una gigantesca caccia all'uomo, con auto delle forze dell'ordine che controllano le strade e un elicottero che sorvola a lungo città e campagne intorno a Pagani e Nocera Inferiore, senza però trovare traccia dei banditi.
SEDICI COLPI D'ARMA DA FUOCO: FERITI TRE PASSANTI. Tutto è cominciato poco dopo le 11. Il furgone portavalori dell'agenzia Cosmopolitan (con 80 mila euro) è arrivato in Corso Ettore Padovano, la stessa strada dove il 6 giugno 2008, in un'altra rapina, in un ufficio postale, fu ucciso il tenente dei Carabinieri Marco Pittoni, medaglia d'oro al valore militare. Le guardie sono state assalite una volta scese dal blindato mentre erano intente a trasportare il denaro all'agenzia del Monte dei Paschi di Siena. Nello scontro a fuoco scaturito coi banditi sono stati sparati sedici colpi, e alcuni di questi hanno finito per colpire tre passanti.
Enrico Malet, 38 anni, figlio del titolare di una gioielleria poco distante e padre di un bimbo di 14 mesi, è stato raggiunto al viso da un proiettile. L'uomo si trova in gravi condizione dopo il ricovero nell'ospedale di Pagani, in serata è stato trasportato portato a Napoli, all'ospedale Cardarelli, per un delicato intervento maxillo-facciale.
Rosa Apicella, cassiera di un supermercato, è stata colpita a una gamba, e Soccorsa Avino, che stava facendo la spesa, alla mano e a un braccio. Le due donne hanno subito ferite molto lievi.
UNO DEL MALVIVENTI POTREBBE ESSERE FERITO. I carabinieri, giunti immediatamente sul posto, hanno ipotizzato che anche uno dei banditi sia stato ferito nella sparatoria. Non possono esserne certi perchè, come un fulmine, è salito su un'auto, dove lo aspettavano uno o più complici, e tutti insieme sono letteralmente spariti. «Poteva essere una carneficina», ha detto il sindaco di Pagani, Salvatore Bottone. «Solo per una fortunata coincidenza, nel conflitto a fuoco, non sono stati coinvolti gli alunni della scuola elementare usciti prima da scuola. Non è possibile che in pieno centro e in pieno giorno, i malviventi si sentano così sicuri di colpire», ha aggiunto. Per questo ha chiamato il prefetto di Salerno, il quale ha garantito la sua presenza a Pagani. «Al massimo per l'inizio della prossima settimana», ha concluso, «è prevista una riunione di un tavolo di coordinamento per l'ordine e la sicurezza in città».

Correlati

Potresti esserti perso