Ragazza Coma Berlino 141128202245
BERLINO 28 Novembre Nov 2014 2009 28 novembre 2014

Tugce, in coma dopo un'aggressione: il padre stacca la spina

Picchiata per aver difeso due ragazze in un Mc Donald's. I medici hanno accertato la morte cerebrale.

 

  • ...

Una foto della studentessa in coma da 15 giorni.

Una storia che ha commosso la Germania intera.
Una ragazza tedesca è diventata un esempio di 'coraggio civile' e tutto il Paese attende che i suoi genitori le 'stacchino la spina'.
UN PUGNO ALLA TEMPIA. La protagonista di questa vicenda è Tugce, una studentessa in coma da 15 giorni in seguito a un'aggressione subita dopo aver difeso due ragazzine dalle molestie di un gruppo nei bagni di un Mc Donald's. La giovane si è intromessa, riuscendo a salvare le due vittime dal branco, ma uscita nel parcheggio si è trovata di fronte un ragazzo di 18 anni che le ha sferrato un pugno alla tempia, costatole la vita.
LA MORTE NEL GIORNO DEL SUO COMPLEANNO. Nella cittadina di Offenbach, i medici hanno accertato la morte cerebrale e i genitori di Tugce hanno confermato la drammatica scelta di spegnere i macchinari che hanno tenuto artificialmente in vita la figlia proprio nel giorno del suo ventitreesimo compleanno a una fiaccolata organizzata davanti all'ospedale in cui giaceva in coma da due settimane.
L'INDIFFERENZA NEL FAST FOOD. La dinamica dell'aggressione della studentessa - riportata dalla Bild - non è ancora confermata dalla polizia, che ha bisogno di altre testimonianze. Certa è l'indifferenza in cui si sono consumati quei momenti di violenza: i dipendenti del fastfood, oggi difesi dalla ditta, non sono intervenuti.
L'APPELLO DEL PADRE. E intanto le due ragazzine salvate da Tugce sono scomparse. «Mia figlia vi ha salvato, ha fatto tutto ciò perché non vi accadesse nulla», ha scritto il padre della coraggiosa studentessa nel suo appello. «Forse si è addirittura sacrificata per voi. Per questo, vi prego, andate dalla polizia e rilasciate la vostra testimonianza! Tudce non tornerà più ma voi glielo dovete: testimoniate!». Il caso ha provocato una fortissima emozione in Germania, e sono migliaia le persone che stanno salutando l''angelo del Mc Donald's' sul web e nello stesso ospedale in cui la ragazza è ricoverata.

Correlati

Potresti esserti perso