Vaccino Influenza 141127173559
ALLARME 28 Novembre Nov 2014 1038 28 novembre 2014

Vaccino anti influenza: salgono le morti sospette

Nuovi casi a Parma, Roma e Como. L'Aifa: «A rischio altri lotti». Il ministero attiva il numero verde 1500.

  • ...

Vaccino contro l'influenza.

Salgono a 11 le morti sospette che potrebbero essere collegate alla somministrazione del vaccino antinfluenzale Fluad. A comunicarlo l'Agenzia italiana per il farmaco che, dopo i tre decessi del 27 novembre a 48 ore dalla vaccinazione, ha disposto il divieto di utilizzo di due lotti (142701 e 143301) del medicinale.
Ai due anziani morti a Siracusa e a quello deceduto a Termoli si sono aggiunte altre vittime, tutti anziani: una a Lecce, una a Parma, altre due a Prato e Como. Un uomo e una donna ultraottantenni, infine, sono deceduti a Roma.
La vittima di Parma, il cui caso è stato segnalato al ministero dalla Salute, non era tuttavia stata vaccinata con un campione del farmaco inserito nei lotti bloccati dall'Aifa.
APERTA UN'INCHIESTA. Nel caso, invece, di un 80enne di Prato, deceduto il 27 novembre dopo aver assunto il vaccino mercoledì 26, le verifiche compiute hanno escluso la correlazione della morte con l'assunzione del vaccino. La procura locale ha, in ogni caso, aperto un'inchiesta.L'assessore toscano alla salute, Luigi Marroni, ha spiegato che sono 60 mila gli anziani toscani vaccinati con dosi a rischio, mentre nessuna dose è stata utilizzata per i bambini.
DIVIETO DI UTILIZZO «CAUTELATIVO». Il divieto di utilizzo dei lotti «incriminati» è stato disposto dall'Aifa a «titolo esclusivamente cautelativo» e l'Agenzia ha invitato i pazienti che abbiano in casa confezioni del farmaco a verificare sulla confezione il numero di lotto e, se corrispondente a uno di quelli per i quali è stato disposto il divieto di utilizzo, a contattare il proprio medico per la valutazione di un’alternativa vaccinale.
SEGNALAZIONI RELATIVE AD ALTRI LOTTI. «Non escludiamo il ritiro cautelativo di altri lotti», ha spiegato il direttore generale dell'Aifa, Luca Pani, ribadendo che «stanno arrivando segnalazioni» anche in relazione ad «altri lotti» del vaccino antinfluenzale Fluad.
IPOTESI DI UN CONTAMINANTE NELLA PRODUZIONE. Al momento gli accertamenti, ha aggiunto Pani, vengono compiuti dall'Istituto superiore di sanità «per vedere se in questi lotti c'è qualcosa che non è andato bene. Tra le ipotesi possibili ci potrebbe essere la presenza di un contaminante nella produzione» del vaccino. «Non c'è una relazione diretta fra la somministrazione e le morti», ma «c'è una concordanza sospetta», ha aggiunto , sottolineando come «l'incremento delle segnalazioni potrebbe essere dovuto alla fobia» legata alla mediaticità dell'evento. Pani ha anche precisato che in totale le dosi al commercio per il vaccino Fluad sono circa 4 milioni.
LA PROCURA DI SIENA APRE UN'INCHIESTA. Anche la procura di Siena, nel frattempo, ha aperto un'inchiesta sulla vicenda, ma secondo quanto si è appreso da fonti vicine agli inquirenti, non ci sarebbero iscritti nel registro degli indagati.
SEQUESTRI IN SICILIA E MOLISE. Mentre i carabinieri dei Nas hanno eseguito in Sicilia e Molise il sequestro di materiale e documenti nell'ambito delle indagini scattate dopo il blocco dei due lotti di vaccini della Novartis, 500 mila dosi distribuite in 12 Regioni, ma solo nelle Asl e non in farmacia. Il ministero della Salute, infine, attiverà a breve il numero verde 1500 per informazioni e chiarimenti.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso