Cittadina Curda 141010170239
TENSIONE 30 Novembre Nov 2014 1224 30 novembre 2014

Isis, a Kobane i miliziani perdono terreno

Nuovi raid aerei sulla città siriana: in un giorno 50 morti tra i jihadisti.

  • ...

Una cittadina curda. Sullo sfondo, la città di Kobane.

Almeno 50 jihadisti dell'Isis sono morti nelle ultime 24 ore a Kobane, città curdo siriana vicina alla frontiera turca. Lo ha reso noto a Beirut l'ong Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (Ondus), precisando che si tratta di un dei bilanci più pesanti da quando l'Isis tenta di prendere il controllo della città.
Almeno 30 i raid della coalizione internazionale che hanno colpito anche Raqqa e i dintorni della località controllata dallo Stato islamico centrando una trentina di postazioni jihadiste.
DUE ATTACCHI SUICIDI. I miliziani «sono morti nei raid aerei della coalizione guidata dagli Stati Uniti, nei violenti combattimenti contro i curdi, e in cinque attacchi suicida a Kobane», ha precisato l'Ondus.
Sempre il 29 novembre per la prima volta l'Isis ha lanciato un doppio attacco suicida contro il posto di frontiera di Kobane, controllato dai curdi. Il gruppo jihadista ha commesso altri tre attacchi suicida nella città che sta tentando di riprendersi dal 16 settembre.
MISTERO SU UNA COMBATTENTE ISRAELIANA. Nell'impennata dei combattimenti, si sono perse le tracce della 31enne Gillian Ghila Rosenberg, cittadina israelo-canadese arruolatasi fra le forze curde. È mistero sulla sua sorte, dopo che un sito web vicino alla Stato Islamico ha affermato che è stata fatta prigioniera con altri combattenti. Lo Shin Bet (sicurezza interna israeliana) dice di non avere informazioni recenti, mentre fonti curde escludono che fosse sulla linea del fuoco a Kobane.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso