Enzo Camerino 141202205735
LUTTO 2 Dicembre Dic 2014 2058 02 dicembre 2014

Shoah, è morto Enzo Camerino

Si è spento a 86 anni uno degli ultimi due reduci del rastrellamento del Ghetto di Roma del 1943.

  • ...

Enzo Camerino durante la fiaccolata in ricordo del 70esimo anniversario del rastrellamento del Ghetto ebraico di Roma, 16 ottobre 2013.

È morto nel giorno del suo 86esimo compleanno Enzo Camerino, sopravvissuto ai campi di sterminio e uno degli ultimi due reduci ancora in vita del rastrellamento del Ghetto di Roma del 16 ottobre 1943. Camerino è morto in Canada dove da anni risiedeva con la sua famiglia e poche settimane fa era stato a Roma proprio per celebrare la ricorrenza del 16 ottobre. Il presidente, il Rabbino Capo e tutto il Consiglio della Comunità Ebraica di Roma hanno pianto la sua morte: «Proprio oggi ricorreva il suo compleanno, per tutti noi è una perdita incolmabile, non solo per gli ebrei di tutto il mondo ma anche per tutti quei cittadini che da sempre lavorano per tenere viva la memoria della Shoah», ha dichiarato il portavoce della comunità ebraica di Roma Fabio Perugia.
AD AUSCHWITZ NEL 1943. Nato a Roma nel 1928, dopo l'emanazione delle Leggi razziali del 1938, Camerino, che frequentava la scuola pubblica 'Umberto Primo' fu costretto a lasciare la sua classe e ad andare a scuola di pomeriggio, separato dai suoi compagni cattolici. Il 16 ottobre 1943 viveva nel quartiere Prati ed era in casa assieme alla sua famiglia quando, alle cinque del mattino, alla porta si presentarono un tedesco e un fascista con un foglio su cui era scritto di prepararsi per il viaggio verso Auschwitz. Tornò a Roma il 12 giugno 1945 e della sua famiglia riabbracciò solo un fratello.

Correlati

Potresti esserti perso