John Kerry 140616153725
TERRORISMO 3 Dicembre Dic 2014 1758 03 dicembre 2014

Isis, Kerry: «La coalizione ne ha fermato l'avanzata»

Ma per il segretario di Stato Usa è necessario «colpire anche la sua ideologia».

  • ...

Segretario di Stato americano John Kerry.

In appena due mesi e mezzo di combattimenti, la coalizione internazionale impegnata a combattere contro L'Isis ha fatto «progressi significativi». Ne «ha fermato lo slancio» e «indebolito le finanze», ma le azioni militari non sono sufficienti per «distruggere» lo Stato islamico, «va colpita l'ideologia». Ne è convinto il segretario di stato Usa, John Kerry, che ha osservato come il «messaggio di odio» dell'Isis sia del resto «messo in discussione nelle moschee di tutto il mondo».
«BUONI RISULTATI DALLA CAMPAGNA MILITARE». La campagna militare della coalizione contro lo Stato islamico, in ogni caso, a giudizio dei ministri dei Paesi che ne fanno parte, riuniti a Bruxelles «comincia a ottenere risultati: l'avanzata del Califfato in Iraq e in Siria è stata fermata», hanno detto.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso