Riccardo Mancini Gianni 141203174632
IL CASO 4 Dicembre Dic 2014 1640 04 dicembre 2014

Mafia Roma, le intercettazioni di Buzzi e Carminati

Nei dialoghi telefonici emergono frasi choc su Panzironi, Alemanno e rom.

  • ...

Riccardo Mancini e Gianni Alemanno.

Nuovi dettagli grazie a diverse intercettazioni, pubblicate su Corriere.it, sulla bufera 'Mafia Capitale'.
Nell'inchiesta sono emersi versamenti, stipendi fissi, case. Persino il libro mastro (di colore nero) delle tangenti per politici e affaristi di Salvatore Buzzi.
Il braccio destro di Massimo Carminati annota tutto: dal libro nero Carminati dice: «Mamma mia, mi inquieta un po'».
«CI VOGLIONO INCU..». Buzzi si sfoga poi al telefono, preoccupato dall'inchiesta incombente: «Ci vogliono inculà. Stavolta fanno sul serio. Ce stanno a comincià a dimostrà che stanno a fà carte false per qua per inculà la gente eh...se vonno inculà... non è più come una volta. Tre anni fa no, mo’ si scusa... che cambia? Non è che sono cambiate...capito?».
CARMINATI SICURO. Carminati, detto er Guercio, però era più sicuro di farla franca. L'ex Nar diceva al telefono: «Non me può toccar manco Gesù Cristo, sono diventato intocccabile».
Ma è Buzzi che spiega meglio, parlando a Carminati, il sistema di 'Mafia Capitale': «I nostri sono molto meno ladri del Pdl, te lo posso assicurare io che li pago tutti».
RAPPORTI CON PANZIRONI. Il 16 maggio del 2014 gli inquirenti intercettano un dialogo in cui Buzzi informa i presenti ad una riunione circa la richiesta di 120 mila euro avanzata da Franco Panzironi, ex ad di Ama (la municipalizzata che si occupa dei servizi ambientali, in primis la raccolta dei rifiuti a Roma).
Sempre Buzzi confronta questa richiesta di denaro con un’altra arrivata recentemente per Eugenio Patanè, consigliere regionale Pd: «A Panzironi gli davamo il 5 per cento, mo' damo tutti sti soldi a questo..». Poi Buzzi aggiunge: «Panzironi mha prosciugato tutti i soldi oh..».
CASA PER SCOZZAFAVA. Il 30 dicembre del 2013 Buzzi parla con Paolo Di Ninno e accenna all’acquisto di un appartamento per Angelo Scozzafava, direttore del dipartimento Promozionale dei Servizi Sociali del Campidoglio: «Ho il prezzo per Scozzafava, devi trovare una cosa piccola che lui per 130 mial euro...».
FURIA CONTRO ALEMANNO. Nelle telefonate entra anche Riccardo Mancini, amministratore delegato di Eur spa, che è sempre stato uno dei personaggi di riferimento, «espressione dell’amministrazione comunale avendo gestito le campagne elettorali di Alemanno ed essendo considerato una sorta di plenipotenziario nella gestione dei rapporti con gli imprenditori, soprattutto nel settore trasporti».
Quando finisce sotto inchiesta Carminati è furioso con Alemanno, che da sindaco si è costituito parte civile contro “un uomo dei suoi: «A tutto c'è una cosa, Alemanno che ha scritto che si costituità parte civile contro Mancini, la merda.. non ti puoi comportare così».
VIOLENZA GRATUITA. Ma il mondo di Carminati non è solo appalti, tangenti e favori ai politici che contano.
La 'Mafia Capitale' sta dietro a omicidi, aggressioni, usura tanto che in una telefonata dice: «Quando uno picchia qualcuno vuol dire che ha fatto quarcosa. Sennò uno no'o picchiano».
GUADAGNO SU NOMADI. Infine un'intercettazione di Buzzi sul racket zingari: «I soldi li abbiamo fatto su emergenza alloggi, zingari e immigrati. C'hai idea quanto ce guadagno sugli immigrati? La droga rende meno».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso