Statua British Museum 141205174500
POLEMICA 5 Dicembre Dic 2014 1742 05 dicembre 2014

British Museum, polemica sulla statua di Ilissos

Ma il governo di Atene ne chiede la restituzione agli inglesi. Incarico affidato alla moglie di Clooney.

  • ...

Sir Richard Lambert, del British Museum, accanto ai marmi del Partenone.

Per la prima volta il British Museum di Londra ha dato in prestito all'estero uno dei celebri marmi del Partenone. Si tratta della statua di Ilissos, divinità greca dei fiumi, destinata ad essere esposta in Russia, all'Ermitage di San Pietroburgo, fino a metà gennaio 2015. I marmi sono al centro di una lunga contesa con le autorità di Atene, che da tempo ne chiedono la restituzione. Neil MacGregor, direttore del museo londinese, si è augurato che il governo greco sia «soddisfatto» per questa iniziativa.
STATUA SPEDITA IN SEGRETO. La statua, che è arrivata in Russia in grande segretezza, è visitabile a partire da domenica 6 dicembre, per festeggiare i 250 anni dell'Ermitage. Si tratta di un gesto di apertura tra Gran Bretagna e Russia dopo mesi di difficili rapporti in seguito alla crisi in Ucraina. Lo stesso direttore del British Museum lo ha ammesso: «Entrambe le istituzioni ritengono che proprio in momenti come questi i musei debbano continuare a dialogare», ha detto alla Bbc.
POLEMICHE CON ATENE. La decisione però rischia di allontanare Londra da Atene. Di recente lo sforzo delle autorità greche per recuperare gli splendidi marmi ''sottratti'' dai britannici oltre 200 anni fa ha subito un nuovo impulso. La moglie di George Clooney, l'avvocatessa anglo-libanese Amal Alamuddin, si è gettata anima e corpo nella battaglia per la restituzione, dopo l'incarico che è stato affidato a lei e a un agguerrito team di legali dal governo ellenico.

Correlati

Potresti esserti perso