Kenyatta_Kenya
ESTERI 5 Dicembre Dic 2014 1700 05 dicembre 2014

Kenya, niente processo per presidente Kenyatta: ritirate le accuse

Esulta Kenyatta: la Corte penale internazionale si tira indietro per insufficienza di prove.

  • ...

Uhuru Kenyatta, presidente del kenya.

Insufficienza di prove.
Per questa ragione Uhuru Kenyatta non sarà processato dalla Corte penale internazionale.
Il procuratore della Corte Fatou Bensouda ha ritirato ogni accusa di crimini contro l'umanità ai danni del presidente keniano, il primo capo di Stato, e per di più in carica, a comparire l'8 ottobre 2014 davanti ai giudici dell'Aja.
ACCUSATO DI VIOLENZE NEL 2007. Secondo la procura Kenyatta era il responsabile delle terribili violenze post-elettorali in Kenya che, tra la fine del 2007 e l'inizio del 2008, provocarono oltre 1.000 morti e circa 600 mila profughi.
Ma il 5 dicembre è arrivata l'archiviazione.
PROVE INSUFFICIENTI. «Le prove raccolte», ha scritto il procuratore, «non sono riuscite a confermare le presunte responsabilità di Kenyatta oltre il ragionevole dubbio. Per questa ragione sono state ritirate le accuse a suo carico».
Già all'epoca della prima udienza, il suo legale Steven Kay si diceva sicuro del proscioglimento: «Questo processo è un fallimento, non ha portato a nulla. Non c'èla minima possibilità che vada avanti».
SICUREZZA DI KENYATTA. Lo stesso Kenyatta, quella mattina, lasciando il tribunale, circondato da circa 200 supporter, vestiti con i colori della bandiera keniota, ostentò tranquillità: «Siamo venuti qui oggi come loro volevano. Ma non c'è nulla a mio carico. Tutti voi avete visto che c'è niente».
E i giudici, due mesi dopo, gli hanno dato ragione, malgrado da tempo gli inquirenti lamentino la scarsa collaborazione delle autorità keniote nello svolgimento delle indagini.
Così ora Kenyatta ha cantato vittoria: «La Corte mi ha dato ragione: non vedo l'ora di correre da mia moglie subito per dirle quello che è successo», ha commentato a caldo su twitter.
Quindi, ha promesso di continuare a lottare perchè vengano fatte cadere anche le accuse contro altri due keniani, tra cui il suo vice William Ruto.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso