Grasso 141122182402
REAZIONI 5 Dicembre Dic 2014 1200 05 dicembre 2014

Mafia Roma, Grasso: «Serve ben altro per sciogliere Comune»

Il presidente del Senato: «Solo pochi sono coinvolti, ci vuole ben altro». Alfano: «Non punire la città».

  • ...

Pietro Grasso.

Dopo l'allarme del prefetto Pecoraro sul possibile scioglimento del Comune di Roma per mafia è arrivata la replica del presidente del Senato ed ex magistrato Piero Grasso.
Secondo il politico «il Comune di Roma è assolutamente al di fuori di queste tematiche, soltanto alcuni sono coinvolti. Per sciogliere un Comune ci vuole ben altro», ha detto parlando a margine di un incontro con gli studenti.
PRESUPPOSTI PER AGGREGAZIONE MAFIOSA. Grasso ha ribadito che «ci sono tutti i presupposti per l'aggregazione mafiosa».
Riferendosi alla maxi inchiesta di Roma ha aggiunto che «ormai il fine di far profitto ad ogni costo ha superato qualsiasi rito tradizionale di iniziazione della mafia, come la famosa 'punciuta'».
ALFANO: «PUNIRE I COLPEVOLI». Anche il ministro dell'Interno Angelino Alfano si è detto contrario all'ipotesi dello scioglimento del Comune per mafia. «Il commissariamento del Comune è un procedimento molto complesso e bisogna andarci con i piedi di piombo. Non si annuncia un commissariamento, anche perché il sindaco Marino non è coinvolto da queste vicende e Roma è una città sana. Non è marcia».
«L'attitudine del governo non è quella di punire una città», ha detto il ministro, «ma quella di aiutare forze dell'ordine e magistratura a fare si che si puniscano i colpevoli».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso