Ambulanza 140915160905
CRONACA 9 Dicembre Dic 2014 1300 09 dicembre 2014

Ancona, spara a moglie e figlio e si suicida: tre morti

La tragedia a Numana. Il gesto compiuto da un operaio che si stava separando dalla compagna.

  • ...

Un'ambulanza.

Tragedia familiare a Numana, in provincia di Ancona.
Un operaio ha ucciso, con un colpo di pistola, la moglie romena da cui si stava separando e il figlioletto di cinque anni, poi si è suicidato. La tragedia è avvenuta intorno a mezzogiorno del 9 dicembre: tutti e tre sono morti. L'uomo aveva 38 anni, la moglie 28.
LITE PER SEPARAZIONE. La coppia e il bimbo abitavano in una palazzina in via Urbino, dove al culmine di una lite legata alla separazione in atto fra i due l'uomo ha esploso diversi colpi di pistola uccidendo la donna e il figlioletto. Poi ha puntato l'arma contro di sé e ha fatto fuoco.
«Il bambino è l'unica cosa che mi è rimasta. I figli sono l'unica cosa che conta», scriveva su Facebook l'uomo solo due settimane prima della tragedia.
L'ALLARME DELLA DONNA AL 112. Una manciata di minuti prima di essere uccisa, alle 11.15, Paula aveva allertato il 112. Daniele, il marito, l'aveva chiamata dicendo che voleva vedere il figlio. «Mio marito sta arrivando qui e, conoscendolo, sapendo che ha delle armi, ho paura che faccia del male al bambino», aveva detto la donna ai militari che le avevano consigliato di non aprire la porta. Ma forse la giovane si è lasciata convincere dall'ex e l'ha fatto entrare. Quando i carabinieri sono arrivati, verso le 11.30, si sono trovati di fronte a un massacro consumato appena qualche istante prima: la donna a terra agonizzante, il bimbo e l'omicida accanto a lei. Il cane, un pitbull, chiuso in un'altra stanza che abbaiava furiosamente.
IL PALLINO PER LE ARMI. L'uomo aveva forse premeditato il delitto, perché ha portato con sé la pistola e probabilmente ha sparato appena entrato, esplodendo almeno 5-6 colpi. Gestore di un negozio di abbigliamento a Marcelli, dove lavorava a volte anche la moglie, aveva il pallino delle armi e le deteneva soprattutto per uso sportivo, il tiro a segno. Su Facebook aveva scritto post come questo: «Non per vantarmi ma anche oggi non ho ucciso nessuno».

Correlati

Potresti esserti perso