Pete Townshend Chitarrista 140701141758
ESTERI 15 Dicembre Dic 2014 1800 15 dicembre 2014

Londra, campagna per salvare Denmark Street

La strada del rock rischia di scomparire per una riqualificazione. In campo anche il chitarrista degli Who Townshend.

  • ...

Pete Townshend, chitarrista degli Who.

Una strada simbolo di Londra a rischio per una banale opera di riqualificazione urbana.
A Denmark Street, nel cuore di Soho nella capitale di Inghilterra, si trova lo studio dove Jimi Hendrix e i Rolling Stones registravano, i negozi di musica dove si sono serviti grandi chitarristi e il club in cui hanno fatto i primi concerti Adele e Katie Melua.
PETIZIONE DI TOWNSHEND. Secondo il chitarrista degli Who, Peter Townshend, «è uno straordinario pezzo della musica rock».
Il musicista si è unito alla campagna per salvare la versione londinese di Tin Pan Alley, zona di New York che ospitava l'industria musicale, da un ambizioso progetto di riqualificazione urbana.
Quei luoghi rischiano di sparire sostituiti da nuovi negozi, gallerie e da un locale per la musica live da 800 posti.
PROGETTO FERROVIARIO. I lavori sono legati al grande progetto ferroviario 'Crossrail' che sta cambiando molte parti di Londra. Molti però sono preoccupati per questa rivoluzione.
Come Townshend, che ha scritto una lettera aperta in cui chiede che Denmark Street sia protetta come patrimonio storico: «Usando questo servizio ferroviario essenziale come scusa per cambiare il volto funky delle vie di Soho è sbagliato. I costruttori dicono che non stanno demolendo Denmark Street, ma sembra che la via sarà del tutto rinnovata. Lo spazio dei negozi sarà fortemente ridotto e gli affitti sicuramente saliranno».
STRADA RICCA DI STORIA. Quella via per il chiatarrista è qualcosa di davvero unico.
Negli Anni 60 comprava le corde della sua chitarra elettrica nel negozio Macaris, specializzato nei modelli di Gibson e che esiste tuttora.
Gli Who fecero alcune prove al Regent Sounds, che si trova al 4 di Denmark Street.
Al numero 9 c'era invece il Gioconda Cafè, ritrovo di musicisti, fra cui David Bowie. Mentre i Sex Pistols vivevano al numero 6 e registrarono lì i loro primi pezzi.
PETIZIONE CON 17 MILA FIRME. Ma tutto rischia di rimanere solo un ricordo.
A partire dal 12 Bar Club, che ha visto esibirsi molti musicisti poi diventati famosi, da Adele a Paolo Nutini, costretto a chiudere i battenti.
L'11 gennaio è previsto ultimo spettacolo e poi il club dovrà traslocare in un'altra zona di Londra.
La campagna per salvare Denmark Street è stata lanciata dal giornalista musicale Henry Scott-Irvine: c'è anche una petizione che ha raccolto 17 mila firme.

Correlati

Potresti esserti perso