Haron Monis 141215164239
PROFILO 15 Dicembre Dic 2014 0800 15 dicembre 2014

Man Haron Monis, l'aggressore del bar di Sydney

Il sequestratore di origine iraniana aveva alle spalle l'omicidio dell'ex moglie. Era arrivato in Australia nel 1996.

  • ...

Ha un nome e un cognome l'uomo che il 15 dicembre ha tenuto in ostaggio alcune decine di persone in un caffè di Sydney e che è morto in un blitz della polizia.
Per la stampa locale si tratta di Man Haron Monis, iraniano, 49 anni, già noto alle cronache per una serie di crimini, tra cui l'omicidio dell'ex moglie, episodi di violenza sessuale e l'invio di lettere offensive ai familiari dei soldati australiani caduti in Afghanistan.
«SCEICCO E GUARITORE SPIRITUALE». Arrivato in Australia nel 1996 dopo essere fuggito dall'Iran, una volta stabilitosi nell'area di Sydney si è ribattezzato Sheikh Haron (sceicco e guaritore spirituale).
Nel 2013 Monis è stato accusato di aver ucciso la sua ex moglie a colpi di pugnale. Recentemente è stato accusato di una serie di violenze sessuali.
L'uomo aveva messo un annuncio sul giornale presentandosi esperto di «astri, numeri, magia nera, meditazione» ed aveva poi aggredito alcune donne che si erano presentate per essere assistite. «Ero rafidi (termine peggiorativo con il quale si indicano gli sciiti) ma ora sono musulmano», aveva scritto in Rete. Un modo per affermare una sua appartenenza alla comunità sunnita.

Correlati

Potresti esserti perso