Bradley William Stone 141216220719
EPILOGO 16 Dicembre Dic 2014 2207 16 dicembre 2014

Usa, trovato morto Bradley William Stone

L'uomo aveva ucciso la moglie e altri cinque familiari nella conte di Montgomery, vicino a Filadelfia.

  • ...

Bradley William Stone, l'uomo che il 15 dicembre ha ucciso l'ex moglie e altri cinque familiari.

Bradley William Stone, l'uomo ricercato per aver ucciso l'ex moglie e altri cinque familiari vicino a Filadelfia, è stato trovato morto.
Lo hanno riferito i media americani. Pare che l'uomo, in fuga da 24 ore, si sia tolto la vita nel bosco vicino alla sua abitazione, nella località di Pennsburg.
STRESS POST TRAUMATICO. L'ex marine, che ha servito anche in Iraq, soffriva di stress post traumatico. La furia omicida è scattata, pare, a causa di una disputa familiare. L'uomo si è presentato la notte del 15 dicembre nella comunità di Salfrod, nella casa dell'ex moglie, Nicole Hill, 33 anni, con la quale era in corso una battaglia legale per la custodia delle due figlie di 5 e 7 anni.
FUGGITO CON LE BIMBE. Stone ha aperto il fuoco contro l'ex e l'ha uccisa. Poi è fuggito insieme alle bimbe che ha consegnato a una vicina di casa. Successivamente si è diretto in una cittadina vicina, Lansdale, dove ha ammazzato l'ex suocera, Joanne Hill e la madre di lei, Patricia. Infine, è andato in casa dell'ex cognata, Patricia Flick, a Souderton, a nord di Filadelfia, e ha ammazzato lei, il marito Aaron, e la loro figlia di 14 anni, Nina. L'altro figlio di 17, Anthony, è stato ferito alla testa ed è ricoverato in gravi condizioni.
ABITAZIONE CIRCONDATA PER DIVERSE ORE. Il 15 dicembre, per diverse ore, la polizia aveva circondato un'abitazione a Souderton dove in un primo momento si pensava che l'ex militare si fosse barricato. La ricerca si è poi spostata in un'altra zona, a Pennsburg, dove i poliziotti e gli agenti dello Swat team hanno assediato una casa lanciando lacrimogeni. Ma dell'ex militare nessuna traccia. L'uomo era fuggito nei boschi dove la polizia e lo Swat team lo hanno trovato morto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati