Tavv 141014131934
SENTENZA 17 Dicembre Dic 2014 1158 17 dicembre 2014

Tav, attacco al cantiere di Chiomonte: quattro assolti per terrorismo

La Corte d'Assise di Torino ha condannato gli attivisti a tre anni e sei mesi per l'assalto avvenuto nel 2013.

  • ...

I lavori nel tunnel de La Maddalena, Chiomonte.

Quattro condanne a tre anni e sei mesi sono state inflitte per l'attacco al cantiere Tav di Chiomonte, avvenuto il 14 maggio 2013. La Corte d'Assise di Torino ha però assolto gli imputati dall'accusa di terrorismo. Alla lettura del dispositivo decine di simpatizzanti e attivisti No Tav presenti nell'aula bunker del tribunale hanno urlato «libertà» e anche «buffoni».
Una donna ha urlato «terroristi siete voi».
I quattro imputati sono stati giudicati colpevoli di porto d'armi da guerra per l'uso delle molotov, di danneggiamento seguito da incendio e violenza a pubblico ufficiale. La Corte presieduta da Pietro Capello ha però sancito che il reato di terrorismo contestato dalla procura «non sussiste».
«ACCUSA INFONDATA». «L'accusa di terrorismo era manifestamente infondata. È una vittoria su tutta la linea» ha commentato l'avvocato Claudio Novaro, legale dei quattro imputati. «Era la pena che auspicavamo, avevo detto ai miei clienti che sotto i quattro anni sarebbe stata una vittoria». Gli interessati, alla lettura della sentenza, si sono abbracciati e hanno pianto. Prima di lasciare la cella, hanno stretto a lungo le mani dell'avvocato Novaro, a capo del pool dei difensori. Tra le parti civili, invece, soltanto Ltf ha ottenuto il diritto a un indennizzo, negato all'avvocatura dello Stato e a un sindacato di polizia che si era costituito.
BOSIO: «SCHIAFFO ALLA PROCURA». «Questa sentenza è uno schiaffo alla procura di Torino e a questi pubblici ministeri, che usano la giustizia come grimaldello per difendere i poteri forti». Nicoletta Bosio, tra i leader del movimento No Tav, ha commentato così la decisione della Corte d'Assise di Torino.
LUPI: «SPERO RICORSO SU ACCUSA TERRORISMO». Il ministro dei Trasporti Maurizio Lupi ha invece sostenuto: «Se non è associazione con finalità terroristiche incappucciarsi e organizzare l'attacco allo Stato, qualcuno mi deve spiegare cosa sia. È molto positiva comunque la condanna a tre anni e sei mesi, mi auguro che i pm facciano ricorso in secondo grado e li ringrazio perché hanno avuto coraggio».

Correlati

Potresti esserti perso