Corazzieri 141218180741
RIFORMA 18 Dicembre Dic 2014 1804 18 dicembre 2014

Difesa, limite d'altezza abolito per l'arruolamento

La Camera ha cancellato le soglie di 165 cm per gli uomini e 161 per le donne. Nulla cambia per i Corazzieri.

  • ...

Corazzieri alla parata del 2 giugno.

Renato Rascel dovrebbe ancora farsi una ragione del suo essere troppo basso per poter fare il corazziere.
Ma da giovedì 18 dicembre è saltato il limite d'altezza per entrare nelle forze armate, nelle forze dell'ordine e nei vigili del fuoco. La soglia vale ancora solo per i Corazzieri: necessari almeno 190 centimetri di altezza e una costituzione «adeguatamente armoniosa» per proteggere il presidente della Repubblica. Con buona pace della canzoncina di Renato Rascel.


VECCHI LIMITI ABOLITI. La Camera ha definitivamente abolito, con voto unanime, i vecchi parametri, che prevedevano 165 centimetri per gli uomini e 161 per le donne, sostituendoli con una «più generale idoneità fisica».
Caserme aperte per i tanti 'piccoletti' e 'piccolette' d'Italia, dunque, che di fronte al 'no' della visita medica, non si sono arresi e le hanno tentate tutte, facendo anche ricorso al Tar, pur di vestire l'uniforme.
VITO: «GARANTITI DIRITTI COSTITUZIONALI». La legge, secondo il presidente della commissione Difesa di Montecitorio Elio Vito, mira a «garantire i diritti costituzionali di quanti vogliono impegnarsi nel settore della difesa ed eliminare così una discriminazione tra i giovani che, in un momento di difficoltà per l'occupazione, possono trovare nell'arruolamento nelle Forze armate (ma anche nelle forze di polizia e nei vigili del fuoco, cui la normativa si estende, ndr), un'importante occasione di lavoro».
NECESSARIO NUOVO REGOLAMENTO. Un nuovo regolamento, da approvare in tempi brevi, è destinato così a curare la definizione dei criteri di valutazione della massa metabolicamente attiva dei soggetti interessati al concorso per indossare una divisa.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso