Carabinieri 141218101449
CRONACA 18 Dicembre Dic 2014 1800 18 dicembre 2014

Teramo, carabiniere aggredito da tunisino spara e lo uccide

Operazione antidroga nel Teramano: l'uomo minaccia con coltello il militare che spara per difendersi.

  • ...

Un carabiniere a un posto di blocco.

Un cittadino tunisino è rimasto ucciso ad Alba Adriatica, in provincia di Teramo durante unìoperazione antidroga.
Secondo quanto si è appreso, lo straniero stava minacciando uno dei militari con un coltello, quando il carabiniere avrebbe esploso accidentalmente un colpo che ha centrato lo straniero all'arteria femorale.
UOMO MORTO DURANTE TRASPORTO. I soccorsi sono stati immediati, perché un'ambulanza era già sul posto, ma l'uomo è morto durante il trasporto in ospedale.
In casa del tunisino trovati circa 300 grammi di cocaina.
FINTO MALORE PER FUGGIRE. I carabinieri erano intervenuti in un'abitazione di Alba Adriatica in seguito ad una notizia confidenziale che segnalava presenza di droga.
All'interno c'erano due tunisini.
Uno avrebbe finto un malore e, per soccorrerlo, è stata chiamata un'ambulanza del 118.
UNO È FUGGITO. Un carabiniere è rimasto ferito a una mano, mentre nella confusione un tunisino che era nell' appartamento al momento dell'operazione dei militari, e che aveva finto un malore, è riuscito a fuggire.
L'altro è invece entrato in cucina, uscendone subito dopo brandendo un coltello con il quale si sarebbe avvicinato ad uno dei militari, minacciandolo e spingendolo, nel tentativo di farlo uscire dalla porta.
VITTIMA PRIVA DI DOCUMENTI. È in questa fase che è partito il colpo dall'arma del carabiniere.
Della vittima non si conoscono le generalità.
Sul posto c'è il sostituto procuratore, Davide Rosati con i carabinieri del reparto operativo di Teramo che stanno effettuando i rilievi. Presente anche il medico legale, Giuseppe Sciarra.

Correlati

Potresti esserti perso