PANICO 19 Dicembre Dic 2014 1205 19 dicembre 2014

Terremoto in Toscana: scosse avvertite a Firenze

Sciame sismico nella zona del Chianti. La scossa più forte di magnitudo 4.1. Evacuate alcune scuole a Firenze e Siena. Foto.

  • ...

Panico terremoto in Toscana. Uno sciame sismico (la scossa più forte è stata di magnitudo 4.1) sta colpendo il Chianti: i terremoti più potenti sono stati avvertiti anche a Firenze e Siena dove nella mattinata di venerdì 19 dicembre in molti sono usciti dagli edifici per il boato e alcune scuole sono state evacuate (guarda le foto).
CONTINUANO LE SCOSSE. Nonostante continuino le scosse, la situazione sta tornando lentamente alla normalità con i musei che, dopo aver chiuso l'accesso ai visitatori, sono stati riaperti.
D'altra parte, come hanno spiegato gli esperti dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) è «impossibile prevedere quanto dureranno i terremoti perché gli sciami hanno una durata variabile, che può andare da poche ore a settimane e mesi».
SERIE DI TERREMOTI. Si tratta, infatti, di un fenomeno che prevede il susseguirsi di terremoti in modo 'disorganizzato', senza che sia rispettata la regola gerarchica secondo la quale a una prima scossa importante seguono scosse di intensità minore. Una situazione analoga a quella registrata recentemente in altre zone italiane come il Pollino.

Solo venerdì 19 dicembre sono una quarantina i terremoti registrati dall'Ingv in Toscana che, sommati a quelli di giovedì 18 dicembre arrivano a circa 80 (solo la metà, però, è stata di magnitudo superiore a 2). Anche se al momento non sono stati evidenziati danni, a parte qualche interruzione di energia.
SISMA DI MAGNITUDO 4.1. Il terremoto più rilevante è avvenuto alle 11.36 nell'area del Chianti-fiorentino con epicentro a Montefiridolfi, località tra Tavarnelle Val di Pesa e Greve in Chianti, a una profondità di 7,1 chilometri.
Alle 10.39, invece, un sisma di magnitudo 3.8 era stato avvertito anche a Firenze e in un raggio di circa 40 chilometri.
MIBACT ATTIVA UNITÀ CRISI. Il ministero di Beni culturali e Turismo, secondo quanto si apprende, ha subito attivato la sua Unità di crisi per i danni al patrimonio.
Al momento, in collaborazione con i vigili del fuoco, si stanno raccogliendo i dati sulla situazione.

  • Il terremoto di magnitudo 4.1 è stato registrato in località Montefiridolfi.

SCOSSE NELLA NOTTE. L'inizio dello sciame è stato, però, registrato nella serata di giovedì 18 con una scossa di magnitudo 3.5 alle 22.
Un terremoto della stessa intensità è stato segnalato nella notte all'1.09 sempre nella nella zona delle Colline del Chianti. L'Ingv ha precisato che il sisma ha avuto ipocentro a 9,4 chilometri di profondità ed epicentro in prossimità dei comuni di Barberino Val d'Elsa, Greve in Chianti, Impruneta, San Casciano e Tavarnelle in Val di Pesa.
POMPIERI AL LAVORO. Secondo quanto riferito dal sismologo Alessandro Amato dell'Ingv, a scatenare i terremoti in Toscana è un movimento laterale della faglia orientato da Nord Est a Sud Ovest, in modo simile a quanto avviene nei terremoti dell'Appennino.
«Quello che stiamo osservando», ha detto l'esperto, «è coerente con la conoscenza della zona relativamente ai terremoti avvenuti in precedenza».
SISMA DEVASTANTE NEL 1895. Dagli archivi dei terremoti è emerso che una forte scossa di magnitudo stimata fra 7 e 8 è stata registrata il il 18 maggio 1895 proprio nella zona in cui è in corso lo sciame sismico.
L'evento è ricordato come «il 'grande terremoto di Firenze' ed era avvenuto a 10 chilometri a Nord della città», ha spiegato Amato che ha precisato come quello del 19 dicembre è invece avvenuto a 18 chilometri dal capoluogo toscano.
NEL 1959 LA SCOSSA DI 4.8. Secondo le cronache dei quotidiani dell'epoca, riportate dal Blog sui terremoti dell'Ingv, il terremoto del 1895 era avvenuto alle 20.55, accompagnato da un boato simile a un'esplosione. In città suonarono le campane di alcune chiese, crollarono camini, porzioni di tetti e calcinacci nelle strade.
Un altro terremoto importante risale al 1500. Il più recente, con una magnitudo stimata di 4,8, è avvenuto, invece, nel 1959 all'incirca nella stessa zona a Nord di Firenze.

Tweet di @INGVterremoti

Correlati

Potresti esserti perso