Mafia Roma Pascale 141221130204
MAFIA CAPITALE 21 Dicembre Dic 2014 1303 21 dicembre 2014

Roma, minacciato ex poliziotto: «Colpiremo quando meno te l'aspetti»

Una lettera è stata inviata a Gaetano Pascale, testimone nell'inchiesta che vede coinvolto Massimo Carminati. 

  • ...

La lettera di minacce arrivata a Gaetano Pascale, l'ex poliziotto che ha raccontato i retroscena dell'inchiesta mafia capitale.

«Colpiremo quando meno te l'aspetti». Si chiude così la lettera di minacce arrivata a Gaetano Pascale, l'ex poliziotto della squadra mobile di Roma che in questi giorni si è più volte esposto in prima persona raccontando i retroscena dell'inchiesta che vede coinvolto Massimo Carminati.
«Sappiamo tutto di te, come ti muovi, quello che fai, il lavoro che fai, dove vivono i tuoi figli, dove parcheggi le tue auto, dove sta la tua casa», c'è scritto nella lettera-necrologio, dove compare la foto dell'ex poliziotto con il suo nome sopra una croce nera, «Siccome continui a rompere il c...o con questa antimafia, e non hai capito che di devi fare i c...i tuoi guardia infame, mo cominciamo a fartelo capire come si campa. Colpiremo quando meno te l'aspetti».
«NON MI FACCIO INTIMIDIRE». «Sto andando a depositare l'ennesima denuncia», ha commentato Pascale, «Ma di certo non mi faccio intimidire. La cosa più preoccupante è che la lettera l'hanno messa direttamente nella mia cassetta della posta. Sono venuti a casa mia, questi maledetti vigliacchi».

Correlati

Potresti esserti perso