Gaza Tregua Ultima 140827191757
ESTERI 24 Dicembre Dic 2014 1000 24 dicembre 2014

Gaza, palestinese ucciso in scontro al confine

Caccia israeliani contro la Striscia. Dopo il fuoco di Hamas sui soldati.

  • ...

Un miliziano delle Brigate al Qassam, braccio armato di Hamas.

Nuova brusca impennata della tensione fra Hamas e Israele a quattro mesi dal raggiungimento della tregua armata.
Uno scontro a fuoco è avvenuto a Khan Yunes, nel Sud della Striscia, quando agli spari dei cecchini palestinesi l'esercito israeliano ha risposto ricorrendo all'artiglieria e ad elicotteri da combattimento. L'incidente - che segue di alcuni giorni il lancio di un razzo palestinese verso il Neghev e il successivo raid israeliano contro «infrastrutture terroristiche» nella zona - si è concluso con la morte di un ufficiale di Hamas, responsabile locale delle vedette della sua ala militare, e con il ferimento di altri palestinesi.
MILITARE ISRAELIANO IN GRAVI CONDIZIONI. Da parte israeliana si registra un militare è stato colpito al petto da un cecchino ed è in gravi condizioni.
Lo scontro a fuoco ha avuto inizio quando una unità del genio militare addetta alla manutenzione dei reticolati di confine si è trovata esposta al fuoco palestinese.
SCAMBIO DI ACCUSE HAMAS-ISRAELE. Fonti di Gaza affermano che aveva oltrepassato il confine, e un portavoce di Hamas ha accusato Israele di aver voluto alimentare la tensione nell'area «assumendosi dunque una responsabilità grave».
Israele ha denunciato a sua volta «l'attacco oltraggioso» e ha avvertito che non ha intenzione di ollerare alcuna infrazione alla tregua.
Nella zona, uscita molto provata dal conflitto della scorsa estate, la tensione è elevata. Durante l'incidente gli agricoltori israeliani del Neghev occidentale sono stati costretti a lasciare i campi e a chiudersi in zone protette. Sul versante opposto c'è una popolazione stremata dalle difficoltà fisiche ed economiche, anche perché le operazioni di ricostruzione della Striscia stentano ancora a mettersi in moto.
I dirigenti di Israele e di Hamas dicono di non volere un nuovo confronto militare. Ma secondo gli analisti resta incombente il rischio che in futuro altri incidenti, anche di portata limitata, possano sfuggire di mano.
DA ISRAELE VIA LIBERA A NUOVE CASE A GERUSALEMME EST. Intanto il Comitato edilizio israeliano di Gerusalemme ha dato il via finale alla costruzione di 380 case in insediamenti oltre la Linea Verde del 1967: 73 sono ad Har Homa, a sud della città, e 307 a Ramot, a Nord. Una volta emessi i permessi finali - hanno detto i media - le case potranno essere costruite.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso