Caffè Insetti 141224183142
STUDIO 24 Dicembre Dic 2014 1828 24 dicembre 2014

Sesso, gli insetti lo fanno nei chicchi di caffè

Insetti africani fanno sesso nei chicchi di miscela arabica. E i maschi rimangono al loro interno.

  • ...

Un esemplare di Hypothenemus hampei su un chiccho di caffè.

Il posto più strano dove avete fatto sesso? Per quanto strano possa essere, non sarà mai un chicco di caffè. Invece, per un particolare tipo di insetti, l'alcova preferita è proprio quella.
Secondo uno studio pubblicato sul Journal of Insect Behavior, segnalato da Vox, gli Hypothenemus hampei, meglio noti come insetti trivellatori del caffè, trascorrendo una buona parte della loro esistenza nei chicchi di caffè, è sempre lì che danno sfogo alla loro intensa vita sessuale: tra i chicchi, prima della tostatura.
RAPPORTI 'INCESTUOSI'. Quando gli esemplari femminili di questi scarafaggi, originari dell'Africa, non si riproducono per partenogenesi, si lasciano abbordare anche dai loro fratelli maschi. Prima di abbandonare definitivamente il frutto del caffè, per tentare così di «aumentare le loro possibilità di colonizzazione», come ha spiegato lo scienziato Weliton Dias Silva, uno degli autori della ricerca.
ATTIRATI DAL PROFUMO DEL CAFFÈ. Gli Hypothenemus hampei hanno scelto i chicchi di caffè come luogo ideale per fare sesso perché attratti dalle «sostanze chimiche rilasciate dalle piante di caffè». E se le femmine abbandonano i chicchi quando hanno ormai 15 giorni di vita, i maschi restano al loro interno: ecco allora un suggerimento per evitare spiacevoli sorprese.
ATTENZIONE AI PICCOLI FORI. Se alcuni chicchi di caffè sembrano più vuoti degli altri, o se presentano dei piccoli fori, gli insetti potrebbero essere ancora o essere stati al loro interno. La miscela arabica è quella più infestata. In ogni caso, le probabilità di trovare insetti nel caffè è bassa: la maggior parte dei chicchi 'malati' vengono ritirati dal mercato. Una cattiva notizia per gli agricoltori, con perdite stimate superiori ai 500 milioni di dollari l'anno.

Correlati

Potresti esserti perso