Markus Huerlimann 141224213955
GIUSTIZIA 24 Dicembre Dic 2014 2140 24 dicembre 2014

Svizzera, dirigente di partito accusato di stupro

Markus Huerlimann avrebbe approfittato di una deputata durante una festa.

  • ...

Markus Huerlimann.

È finito in manette con l'accusa di stupro il leader locale di un partito di centrodestra svizzero. Markus Huerlimann, 40 anni, presidente della sezione di Zurigo dell'Udc (Unione democratica di centro), è stato arrestato per «attentato all'integrità sessuale» di una gran consigliera dei Verdi, la 34enne Jolanda Spiess-Hegglin.
«SERATA ALCOLICA». Il presunto reato risalirebbe al 20 dicembre, una serata «particolarmente alcolica», durante la festa per l'insediamento del nuovo presidente cantonale, Heinz Tannler.
NESSUNA DENUNCIA. La mattina dopo Spiess-Hegglin, 34 anni, si è svegliata non ricordandosi più nulla e si è recata in ospedale per delle analisi di sangue e urine. E dal pronto soccorso hanno allertato il pubblico ministero nonostante la deputata non abbia sporto denuncia: in Svizzera un «atto sessuale con persone dipendenti» è un reato perseguito d'ufficio.
APERTA UN'INCHIESTA. Il portavoce della polizia ha spiegato che è stata aperta un'inchiesta per verificare se alla donna non sia stato somministrato il Ghb, la cosiddetta «droga dello stupro». Huerlimann è stato poi scarcerato

Correlati

Potresti esserti perso