Gaia Molinari 141226132601
DELITTO 26 Dicembre Dic 2014 1254 26 dicembre 2014

Brasile, giovane piacentina uccisa sulla spiaggia

Gaia Molinari aveva 29 anni. Colpita al capo con una pietra: caccia al killer.

  • ...

Le foto di Gaia Molinari dal suo profilo Facebook.

Una piacentina di 29 anni, Gaia Molinari, appassionata di viaggi e volontariato, è stata assassinata in Brasile, dove era giunta alcune settimane fa con un'associazione del posto e dove insegnava inglese ai bambini e imparava il portoghese. Il suo corpo è stato ritrovato il giorno di Natale da alcuni turisti tra le sterpaglie in un'area naturale di conservazione dell'ambiente chiuso ai veicoli, a Jijoca Jerocoacoara, quasi 300 chilometri da Fortaleza, dove si era recata per alcuni giorni di vacanza con un'amica brasiliana.
FERITE ALLA TESTA. I media locali hanno riferito che la vittima presentava diverse ferite alla testa e sul corpo e che ci sarebbe già un sospettato, ricercato dalla Divisao de homicidios. «Aveva dei lividi ai polsi come se fosse stata legata», hanno puntualizzato fonti investigative. Il corpo è stato trasferito all'Istituto di medicina legale di Sobral, nello Stato del Ceará, per l'autopsia.
AVVERTITI DAI TURISTI. La notizia del rinvenimento del cadavere è stata confermata dalla prefettura di Piacenza e dalla questura, che ha ricevuto un'informativa dal consolato italiano di Recife che confermava il delitto. «A Jericoacoara hanno incontrato altri turisti, per caso anch'essi di Piacenza, ed è stato uno di loro ad avvertirci», hanno aggiunto le fonti italiane: «non si sanno le ragioni per le quali Gaia si sia ritrovata da sola sulla strada secondaria» dove poi è stato trovato il suo corpo.
COLPITA CON UNA PIETRA. La giovane sarebbe stata colpita al capo con una pietra, ha riferito a un sito web locale il sottotenente Marcos Rodrigues, comandante della polizia locale di Joricoacoara, secondo il quale Gaia presentava una grave ferita al volto e aveva perso molto sangue. Lo stesso investigatore ha confermato che c'è un indiziato. Per la testata brasiliana O Globo la morte sarebbe dovuta ad asfissia per strangolamento. Intanto, la brasiliana che viaggiava con la piacentina e si trovava con lei è stata interrogata dalla polizia per chiarire le circostanze della morte. La ragazza, Miriam Franca, di Rio de Janeiro, ha accompagnato Gaia da Fortaleza e Jericoacoara ed è stata identificata dalla reception dell'ostello di Fortaleza dove erano ospitate.
DOVEVA PARTIRE IL 24. Agli inquirenti ha riferito che l'italiana era arrivata il 21 e doveva ripartire il 24 dicembre dalla località in cui è stata uccisa, ma aveva prolungato di un giorno la vacanza. Quando è stata trovata morta, la piacentina indossava un bikini e aveva uno zaino. Gaia Molinari, originaria della Val d'Arda, da tempo viveva e lavorava all'estero. Sulla sua pagina Facebook, dove aveva più di un migliaio di amici e dove scriveva di risiedere a Parigi, compaiono sue foto in Brasile, e sono diversi i 'mi piace' ad associazioni no profit e non governative del Paese sudamericano. Amava viaggiare, fare volontariato, parlava varie lingue, aveva conoscenze in diversi Paesi e possedeva «un'energia contagiosa», racconta sulla Rete chi la conosce.

Correlati

Potresti esserti perso