REAZIONE 26 Dicembre Dic 2014 1525 26 dicembre 2014

Vaticano, Femen a San Pietro: arrestata

Fermata dalla gendarmeria Iana Aleksandrovna Azhdanova.

  • ...

Il Vaticano non le ha perdonato lo show a seno nudo, proprio durante la benedizione Urbi et orbi del papa, né la scritta in evidenza God in women e le mani allungate sul bambin Gesù. Così dopo il blitz al presepe di San Pietro, la 'Femen' ucraina Iana Aleksandrovna Azhdanova è stata arrestata.
BLOCCATA IN GENDARMERIA. La donna si trova ora in una cella vaticana in attesa della convalida da parte del magistrato. L'arresto è stato disposto il 25 dicembre dalla Gendarmeria «in flagranza di reato, per vilipendio, atti osceni in luogo pubblico e furto», ha spiegato il portavoce vaticano Federico Lombardi. «Il fatto è da considerare particolarmente grave per il luogo e le circostanze in cui è stato compiuto, offendendo intenzionalmente i sentimenti religiosi di innumerevoli persone», ha aggiunto il direttore della sala stampa vaticana.
VIOLATO IL DIRITTO DEI FEDELI. «Né bisogna dimenticare», ha aggiunto, «che tre persone del gruppo Femen avevano già compiuto recentemente, il 14 novembre, atti osceni offensivi per la fede cristiana nella piazza di San Pietro». «È quindi giusto», ha sottolineato Lombardi, «procedere con opportuno rigore nei confronti del ripetersi di atti che violano intenzionalmente, ripetutamente e gravemente il diritto dei fedeli al rispetto delle loro legittime convinzioni religiose».
IN CARCERE ANCHE DI FINIZIO. Salgono così a due le persone attualmente rinchiuse in celle vaticane, dal momento che dalla sera del 22 si trova in stato di fermo anche l'imprenditore triestino Marcello Di Finizio che per circa 48 ore ha inscenato una protesta accampandosi sul timpano sovrastante il loggione della basilica di San Pietro.

Correlati

Potresti esserti perso