Microsoft 130214110842
TECH 26 Dicembre Dic 2014 0900 26 dicembre 2014

Xbox spenta dagli hacker: la salva Kim Dotcom

Il re della pirateria promette voucher da 99 dollari in cambio dello sblocco delle reti.

  • ...

Un modello di XBox.

Per diverse ore, il giorno di Natale, niente Xbox e Playstation. Il 25 dicembre sono stati infatti disabilitati per parecchio tempo i servizi online dei prodotti rispettivamente di Microsoft e Sony.
Le reti delle due consolle sono state attaccate da un gruppo hacker, 'Lizard Squad' (la squadra della lucertola), che aveva preannunciato l'azione a inizio dicembre.
DOTCOM DECISIVO. Solamente dopo qualche ora si è scoperto che a bloccare l'attacco e a ripristinare la completa funzionalità delle consolle è stato il provvidenziale intervento di Kim Dotcom, noto per essere il fondatore di Megaupload e per le vicissitudini che ha dovuto subire a seguito del successo della sua creatura, un vero e proprio must per la pirateria online.
VOUCHER DA 99 DOLLARI. Per porre fine all'attacco, a Dotcom è bastato promettere alcuni voucher da 99 dollari che danno diritto ad abbonamenti annuali da 500 gigabyte al servizio Mega, un sistema di upload e download di file sorto sulle ceneri del defunto Megaupload. Con un’offerta aggiuntiva: se Lizard Squad lascerà stare i server Sony e Microsoft, l’abbonamento durerà a vita. In caso contrario, cesserà, istantaneamente, al prossimo attacco. Il team di hacker ha accettato l’affare, mettendo fine all’attacco. Almeno per ora.

Correlati

Potresti esserti perso