Femen Pietro 141225174147
L'IRRUZIONE 27 Dicembre Dic 2014 1243 27 dicembre 2014

Vaticano, Femen libera

Provò a portare via il Bambinello. Ad Azhdanova imposto il divieto di accesso a luoghi extraterritoriali.

  • ...

I due si sono poi allontanati dalla piazza.

Torna in libertà l'attivista delle Femen Iana Azhdanova che durante la celebrazione di Natale aveva cercato di sottrarre il bambinello dal presepe in piazza San Pietro.
A disporne la «remissione in libertà» il Promotore di Giustizia vaticano che ne aveva convalidato l'arresto dopo averle intimato «il divieto di accesso nello Stato della Città del Vaticano, nella basilica e negli altri luoghi extraterritoriali».
LE ACCUSE CONTESTATE. Ad Azhdanova erano state contestate le accuse di «vilipendio, atti osceni in luogo pubblico e furto». Venerdì il portavoce della Santa Sede, padre Federico Lombardi, aveva definito l'irruzione dell'attivista «particolarmente grave per il luogo e le circostanze in cui è stato compiuto, offendendo intenzionalmente i sentimenti religiosi di innumerevoli persone. E ciò dopo che tre altre aderenti al gruppo Femen avevano già compiuto recentemente, il 14 novembre, atti analoghi nella piazza di San Pietro».

Correlati

Potresti esserti perso