Aereo Malese Scomparso 141229174820
MISTERO 29 Dicembre Dic 2014 1749 29 dicembre 2014

Aereo malese scomparso, lo strazio dei familiari

Nessuna notizia da due giorni, ricerche senza esito. Gli esperti: «È in mare».

  • ...

Alcuni familiari dei passeggeri dispersi.

Sono senza notizie da due giorni e sempre più timorosi di essere logorati da un'attesa senza fine i familiari delle 162 persone a bordo dell'aereo Air Asia QZ8501 scomparso in mare fra l'Indonesia e Singapore la mattina del 28 dicembre. La mancanza di informazioni sulla sorte dei propri cari sta trasformando l'iniziale angoscia e incredulità in disperazione.
LA FIGLIA DEL CAPITANO: «PAPÀ, TORNA». «Papà, torna. Ho ancora bisogno di te», ha scritto sui social media la figlia 22enne del capitano Iriyanto, che insieme a un co-pilota francese era ai comandi dell'Airbus A-320 sparito a metà strada tra il decollo da Surabaya e il previsto atterraggio a Singapore. «Sarei dovuta andare con loro, ma ho cancellato il mio viaggio due settimane fa perché avevo altro da fare», ha detto una parente che non è stata identificata. «Il giorno prima uno di loro mi aveva chiamato dicendomi per scherzo 'Ci vediamo nell'anno nuovo, addio per sempre'. E poi è arrivata la cattiva notizia». Un'altra donna, sorella di un uomo che volava con la moglie e i due figli, ha riassunto con rassegnazione lo stato d'animo generale: «Non possiamo fare altro che aspettare».
IL SELFIE DI UN PASSEGGERO. Con 155 indonesiani delle 162 persone a bordo, la disperazione delle famiglie è anche quella di un intero Paese. La tratta Surabaya-Singapore è percorsa in particolare dai molti indonesiani di classe media che lavorano nella città-stato, ma sull'aereo erano salite anche molte famiglie che già pregustavano una vacanza a cavallo del Capodanno. Uno dei passeggeri, hanno rivelato i media indonesiani, aveva scattato un selfie con sullo sfondo il volo QZ8501, facendone la sua foto profilo su un programma di chat.
FAMIGLIE OSPITATE VICINO ALL'AEROPORTO. Il patron dell'Air Asia, Tony Fernandes, in mattinata ha parlato a porte chiuse ai familiari dei passeggeri all'aeroporto di Surabaya. La compagnia ha ribadito più volte di considerare la cura delle famiglie coinvolte la sua massima priorità, e sta ospitando gratuitamente i parenti in strutture alberghiere vicine all'aeroporto. Al contrario della Malaysian Airlines, bersagliata dalle critiche per la cattiva gestione dell'emergenza in marzo, finora la Air Asia è stata lodata per i suoi sforzi.
Ma senza sviluppi significativi da comunicare, rischia anch'essa di diventare un oggetto di sfogo per la frustrazione di chi teme di non poter rivedere mai più i propri cari.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso