INCIDENTE 30 Dicembre Dic 2014 1059 30 dicembre 2014

Norman Atlantic, morti due marinai durante l'aggancio

I morti salgono a 11. Tra questi ci sono tre italiani. Due soccorritori muoiono colpiti da un cavo. Nave San Giorgio a Brindisi. Mistero sui dispersi. Foto.

  • ...

Quella che ha colpito il Norman Atlantic, il traghetto sul quale domenica 28 dicembre al largo delle coste albanesi è scoppiato un incendio che ha provocato morti, feriti e dispersi, sembra un maledizione senza fine.
Un altro tragico incidente si è infatti consumato la mattina di martedì 30 dicembre durante le operazioni di aggancio dell'imbarcazione, soccorsa al largo di Valona dal rimorchiatore Iliria.
Nella manovra di rimorchio, due marinai albanesi sono morti, colpiti da un cavo che si è spezzato. Un altro uomo è rimasto gravemente ferito.
TRE ITALIANI TRA LE VITTIME. Il relitto nel quale hanno perso la vita almeno 11 persone, e di cui non si conosce ancora il numero dei dispersi, dovrebbe attraccare nel porto di Brindisi.
Tra le vittime, secondo quanto riferito dalla Guardia costiera, ci sono anche tre italiani. Sono tre autotrasportatori napoletani. Per due di loro i parenti hanno già fatto un primo riconoscimento fotografico, mentre per il terzo ci sono ancora dei dubbi. I tre trasportavano pesce: la vigilia di Natale avevano imbarcato i camion a Bari ed erano tornati a casa, a Napoli. Dopo alcuni giorni sono andati in aereo in Grecia per riprendere i carichi e tornare in traghetto.
RENZI: «MAGISTRATURA FARÀ CHIAREZZA SU CAUSE». Il premier Matteo Renzi ha detto che «sarà la magistratura a fare chiarezza sulle cause» dell'incidente. «C'è l'orgoglio per il grande lavoro fatto in una situazione difficilissima. Tecnicamente parlando, ci sono stati momenti di eroismo. In condizioni proibitive si è impedito che l'incendio avanzasse inarrestabile: sarebbe stata un'ecatombe».


Nave San Giorgio a Brindisi, mancano all'appello 179 persone

Intanto la nave San Giorgio con a bordo circa 200 naufraghi è entrata nel porto di Brindisi la sera del 30 dicembre. Dopo lo sbarco, i passeggeri sono stati identificati.
«È presumibile che altre vittime siano ancora sul relitto», ha detto il procuratore della Repubblica di Bari, Giuseppe Volpe. Il magistrato ha anche aggiunto che facendo il bilancio tra il numero delle persone presenti sulla Norman Atlantic, 499 in tutto, i naufraghi soccorsi (310) e le vittime accertate, restano 179 persone di cui non si hanno notizie certe, ma che potrebbero essere su due mercantili greci che hanno partecipato ai soccorsi e che ora sono diretti verso la costa ellenica. Dei 499 a bordo, oltre a 478 tra passeggeri e equipaggio, c'erano 18 in overbooking e 3 clandestini.
NORMAN ATLANTIC A BRINDISI IL 31 DICEMBRE. Il 31 dicembre il relitto del Norman Atlantic dovrebbe arrivare a Brindisi. Come spiega uno dei soci della ditta brindisina che si sta occupando - su disposizione della autorità giudiziaria - del rimorchio in Italia della imbarcazione sottoposta a sequestro, «all'alba con l'ausilio di un elicottero 5 membri dell'equipaggio del rimorchiatore saranno portati a bordo del Norman Atlantic con un verricello per l'aggancio col mezzo navale. Condizioni meteo marine permettendo, si farà rotta verso Brindisi».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso