Viadotto_crollato
CRONACA 4 Gennaio Gen 2015 1600 04 gennaio 2015

Palermo, crolla viadotto una settimana dopo l'inaugurazione

Metà carreggiata sprofonda a Capodanno. Renzi: «Il responsabile pagherà».

  • ...

Inaugurato alla vigilia di Natale, il viadotto Scorciavacche sulla Palermo-Agrigento è crollato a Capodanno. Ira su Twitter del premier Matteo Renzi e del ministro dei Trasporti Maurizio Lupi
Sul preoccupante caso l'Anas ha parlato di «un anomalo cedimento del piano viabile in corrispondenza del rilevato retrostante della spalla del viadotto».
Metà carreggiata è sprofondata e la restante presenta una profonda spaccatura.
Per fortuna nessun veicolo transitava quando è avvenuto il collasso dell'arteria.
CONSEGNA CON TRE MESI DI ANTICIPO. L'Anas ha dunque deciso di chiudere al traffico la strada statale 121 tra il chilometro 226 e il chilometro 227 nei pressi di Mezzojuso.
L'apertura della variante di Scorciavacche era avvenuta con tre mesi di anticipo rispetto ai tempi previsti.
Il viadotto rientra nei lavori di ammodernamento dell'itinerario Palermo-Lercara Friddi sulla statale 121. Sul crollo è scattata l'inchiesta della procura di Termini Imerese (Palermo). I magistrati hanno sequestrato l'area: il 5 gennaio sarà affidata una consulenza tecnica ai periti
RENZI: «RESPONSABILE PAGHERÀ». Dopo aver appreso la notizia il presidente del Consiglio Renzi è intervenuto su Twitter: «Viadotto Scorciavacche, Palermo. Inaugurato il 23 dicembre, crolla in 10 giorni. Ho chiesto a Anas il nome del responsabile. Pagherà tutto. #finitalafesta».
Duro anche Lupi: il crollo del viadotto «è un fatto inaudito e inaccettabile. Ho immediatamente chiesto all'Anas una relazione dettagliata sull'appalto, sui lavori e anche sulla commissione di collaudo», ha dichiarato il ministro dei Trasporti.
Ora «ogni negligenza irresponsabilità in tutto questo non verrà assolutamente giustificata».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso