Maro Latorre 140906102959
CRONACA 5 Gennaio Gen 2015 1451 05 gennaio 2015

Marò, Massimiliano Latorre operato per un'anomalia cardiaca

Ricoverato da venerdì per accertamenti. I medici: «Intervento con esito positivo». 

  • ...

Il fuciliere Massimiliano Latorre.

Il marò Massimiliano Latorre, ricoverato sabato al Policlinico di San Donato Milanese per accertamenti, è stato sottoposto il 5 gennaio a un intervento chirurgico per una anomalia cardiaca. L'ospedale ha comunicato che l'intervento ha avuto successo: il marò «è stato sottoposto a una procedura di cardiologia interventistica» che «ha avuto esito positivo». A causa dell'operazione, visto che dopo un paio di giorni di degenza in ospedale lo attendono un periodo di convalescenza a casa con anche controlli periodici, potrebbe anche non ritornare in India entro la data prevista: la mezzanotte di lunedì 12 gennaio.
CHIUSURA DEL FORAME OVALE PERVIO. Latorre, come ha comunicato in una nota l'Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico alle porte di Milano, «è stato sottoposto a una procedura di cardiologia interventistica per la chiusura del forame ovale pervio». L'intervento, che si è concluso positivamente, è stato eseguito dal dottor Mario Carminati, responsabile del reparto di Cardiologia pediatrica e delle cardiopatie congenite dell'adulto.
«La decisione di sottoporre il paziente a tale procedura» - ha proseguito la nota - «è stata presa dopo che gli accertamenti diagnostici eseguiti in precedenza non hanno identificato fattori di rischio ricollegabili all'evento ischemico subìto dal paziente, se non appunto la presenza» del forame ovale pervio».
ANOMALIA DIFFUSA TRA IL 15 E IL 30% DELLA POPOLAZIONE. Come ha spiegato l'ospedale «il forame ovale pervio è un'anomalia cardiaca in cui l'atrio destro comunica con l'atrio sinistro, a causa della pervietà del forame ovale, permettendo così il passaggio di una quantità più o meno rilevante di sangue dall'atrio destro all'atrio sinistro. Tale anomalia è diffusa in una percentuale tra il 15 e il 30% della popolazione normale, senza necessariamente determinare conseguenze clinicamente rilevanti. Tuttavia» - prosegue la nota tecnica -« lo shunt (passaggio di sangue, ndr) destro-sinistro può essere fonte di «embolia paradossa»: un trombo presente in atrio destro può cioè passare in atrio sinistro ed entrare nella circolazione sistemica. Se tale trombo, anche di piccole dimensioni, entra in un'arteria cerebrale può occluderla causando un'ischemia cerebrale più o meno grave».
IL TERZO RICOVERO IN POCHI MESI. Latorre, poco più di quattro mesi fa era stato colpito da una pesante ischemia e aveva ottenuto un permesso speciale per curarsi in Italia. Da allora, come aveva consigliato anche il neurologo dell'ospedale di Delhi dove era stato inizialmente portato, è stato ricoverato altre due volte per accertamenti nella struttura ospedaliera alle porte di Milano.

Correlati

Potresti esserti perso