Frame Tratto Video 150105205527
INCIDENTE 5 Gennaio Gen 2015 2055 05 gennaio 2015

Prato: 19enne investito, pirata si costituisce

Marocchino di 28 anni in stato di fermo  con l'accusa di omicidio colposo e omissione di soccorso.

  • ...

Il frame tratto dal video fornito dalla polizia di Stato mostra Giancarlo Ravidà, il 19enne ucciso da un pirata della strada mentre attraversa prima di essere investito

Si è costituito presso la questura di Prato l’uomo che avrebbe investito e ucciso, la sera del 3 gennaio, il 19enne Giancarlo Ravidà, travolto da un'auto pirata in via Valentini.
OMICIDIO COLPOSO. L'uomo, un marocchino di 28 anni è stato sottoposto a fermo con l’accusa di omicidio colposo e omissione di soccorso dopo essere stato ascoltato dal pubblico ministero Lorenzo Gestri e dal procuratore capo facente funzione Antonio Sangermano.
IN AUTO CON UN AMICO. Accompagnato da un avvocato, avrebbe ammesso le proprie responsabilità rispetto all’incidente. Quella sera, assieme a lui, c’era in auto un amico della stessa nazionalità. Quest’ultimo è stato arrestato il 4 gennaio per rapina nei confronti di un uomo cinese. Gli investigatori sono ora al lavoro per ricostruire la serata trascorsa dai due prima e dopo l’incidente.
LA DIFESA DELL'AVVOCATO. L’avvocato dell’uomo, Leonardo Pugi, sostiene che il suo assistito si sia fermato pochi metri dopo il punto dell’impatto e abbia cercato di prestare soccorso al 19enne senza tuttavia dichiarare agli agenti di polizia giunti sul posto che era stato lui a investire il giovane.
Il ragazzo, che avrebbe compiuto 20 anni il prossimo 25 gennaio, era stato trovato riverso sul ciglio della strada, privo di coscienza, con il volto tumefatto e ferite in varie parti del corpo.

Correlati

Potresti esserti perso