Polizia 130105174515
OMICIDIO 7 Gennaio Gen 2015 1627 07 gennaio 2015

Usa, ragazzina uccide il fratello 16enne

L'adolescente ha sparato con la pistola dei genitori: «Mi aveva picchiata». Poi confessa. Arrestati il padre e la madre.

  • ...

Un poliziotto Usa.

Due sorelle minorenni sono state arrestate negli Stati Uniti con l'accusa di omicidio premeditato nei confronti del fratello 16enne.
È successo nella contea di Columbia, in Florida: Ariel Kornegay, 15 anni, e la sorellina Nicole di 11, erano da sole in casa insieme al fratello Damien e un altro fratellino di tre che dormiva. La polizia è intervenuta dopo la telefonata che avvertiva di alcuni spari. Quando gli agenti sono arrivati sul posto hanno trovato il 16enne morto. Ariel ha raccontato che il fratello l'ha picchiata e rinchiusa in camera.
GENITORI FUORI PER LAVORO. Secondo una prima ricostruzione degli investigatori, Ariel è stata liberata dalla sorella, poi ha preso una pistola dalla camera da letto dei suoi genitori, che erano fuori per lavoro, l'ha usata per sparare e uccidere il fratello. Dopo l'omicidio, le sorelle hanno lasciato l'abitazione e sono andate in un negozio. Una di loro ha telefonato a un'amica della madre per dire che stavano scappando da casa.
LA CONFESSIONE. Quando la donna è arrivata nel negozio e ha visto le due ragazzine ha allertato la polizia. Ariel ha prima detto agli agenti che i genitori l'avevano cacciata, poi ha confessato l'omicidio.
Il padre, Keith Kornegay, 37 anni e la madre, Misty Kornegay, 33, sono stati immediatamente avvertiti e poi arrestati per aver lasciato i ragazzi da soli in casa senza supervisione.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso