Cherif Said Kouachi 150108090803
KILLER DI PARIGI 8 Gennaio Gen 2015 0800 08 gennaio 2015

Charlie Hebdo, il terrorista Cherif Kouachi in un documentario tivù

Jogging, musica e kalashnikov: l'attentatore in video nel 2005. «Da 10 anni pronto al martirio».

  • ...

Cherif e Said Kouachi, i due sospettati per la strage a Charlie Hebdo.

Il volto di Chérif Kouachi, uno dei tre terroristi protagonisti dell'attacco al settimanale satirico francese Charlie Hebdo, non è nuovo alle telecamere.
Il sito del quotidiano Le Parisien ha mostrato l'8 gennaio il ragazzo in uno speciale del 2005 della tivù France 3 dedicato al reclutamento di militanti islamisti.
DALLA MUSICA ALLE ARMI. Amante del rap, del jogging nel parco e residente nella periferia parigina, il giovane franco-algerino (oggi 32enne) fu reclutato assieme ad altri ragazzi e accettò di seguire un programma di addestramento per imparare a lasciarsi indietro la paura di morire e a usare il kalashnikov in vista di un attentato suicida: «Avevo paura ma non l'ho mai detto», era l'animo con cui Chérif aveva sposato la causa jihadista.
Kouachi non ha testimoniato direttamente, ma attraverso citazioni e disegni il programma ha ricostruito le sue intenzioni e la sua preparazione al combattimento e al martirio.
ARRESTATO NEL 2008. Chérif Kouachi era stato arrestato nel 2008 e condannato a tre anni di prigione, di cui 18 mesi con la condizionale, perché componente di un gruppo che inviava combattenti estremisti in Iraq, basata nel 19esimo arrondissement di Parigi.
Definito dalle forze dell'ordine un «fanatico pericoloso», Chérif aveva accettato un biglietto per Damasco, dove i giovani musulmani come lui, venivano mandati a completare l'addestramento.

Correlati

Potresti esserti perso