Salvatore Buzzi 141206073810
CASO 9 Gennaio Gen 2015 1545 09 gennaio 2015

Mafia Roma, Riesame: «Carminati in affari con 'ndrangheta»

Lo scrivono i giudici nelle motivazioni con cui hanno respinto le scarcerazioni di Rotolo e Ruggiero.

  • ...

Salvatore Buzzi e Massimo Carminati.

Nuovi sviluppi sul caso di Massimo Carminati, ritenuto l'apice dell'organizzazionen di Mafia Capitale.
Secondo i giudici del tribunale del Riesame «il clan di Massimo Carminati è da anni in affari con il clan 'ndranghetista dei Mancuso di Limbadi».
I magistrati con queste motivazioni hanno respinto le istanze di scarcerazione di Rocco Rotolo e Salvatore Ruggiero, ritenuti dalla procura l'anello di congiunzione tra la 'ndrangheta calabrese e Mafia Capitale.
ONLUS PER ESQUILINO. Secondo i giudici Carminati con Salvatore Buzzi aveva costituito la coop Santo Stefano, onlus destinata a gestire l'appalto per la pulizia del mercato Esquilino.
«La nascita della cooperativa avrebbe costituito la conferma del rapporto tra l'associazione mafiosa romana e il clan Mancuso che aveva già portato a proficui affari in Calabria», si legge nelle motivazioni.
Rotolo e Ruggiero sarebbero stati di fatto accreditati su richiesta di Buzzi presso la famiglia Mancuso che come proprio referente per le attività a Roma aveva indicato l'imprenditore Giovanni Campenni.

Correlati

Potresti esserti perso