Charlie Hebdo 150109172243
RETROSCENA 9 Gennaio Gen 2015 2118 09 gennaio 2015

Parigi, l'ostaggio della tipografia nascosto dentro uno scatolone

Ha comunicato con la polizia tramite il cellulare. I fratelli Kaouchi non si sono mai accorti della sua presenza.

  • ...

Dammartin-en-Goële: esplosione dopo il blitz delle forze speciali alla tipografia dove si sono rifugiati i fratelli Kouachi (9 gennaio 2015).

Non c'era nessun ostaggio. L'uomo prigioniero nella stamperia blindata dai jihadisti Said e Cherif Kaouchi a Dammartin non era merce di scambio, perché i terroristi, uccisi nel blitz delle teste di cuioio francesi, non si sono mai accorti della sua presenza.
L'uomo, indicato come Lilian, il grafico della tipografia, di 27 anni, si è nascosto in uno scatolone e ha avvertito la polizia con il telefono cellulare.
UN SMS AL PADRE. Secondo quanto ha ricostruito Le Figaro, la famiglia di Lilian ha provato a chiamare il giovane tra le nove e le undici, ma invano. Il padre, molto angosciato, ha poi ricevuto un sms del figlio che diceva: «Mi sono nascosto al primo piano, credo che abbiano ucciso tutti. Chiamate la polizia». Ed è forse proprio questa l'origine delle voci (poi rivelatesi inesatte in quel caso) che a seguito dell'operazione c'erano stati dei morti.
INDICAZIONI ALLA POLIZIA. Secondo Bfm tv l'uomo era nascosto in uno scatolone dal quale ha dato indicazioni precise alle forze speciali francesi. Otto lunghissime ore di terrore: l'uomo sarebbe rimasto dalla mattina fino al momento dell'assalto delle teste di cuoio nascosto nel suo improbabile 'rifugio' di cartone, senza che i due fratelli attentatori avvertissero la sua presenza. E come se questo risvolto quasi comico nella grande tragedia non fosse sufficiente, sempre secondo Bfm tv, l'impiegato sarebbe riuscito a comunicare con le forze di sicurezza, grazie al suo cellulare, riuscendo a fornire topografia dei luoghi e informazioni su quanto stava succedendo all'interno. È per questo che i terroristi, barricati nella tipografia dalle 9 alle 17, che pensavano di non avere nessun ostaggio nelle loro mani e quindi nessuna merce di scambio, avrebbero alla fine deciso di uscire sparando all'impazzata contro i poliziotti, scatenando l'ultimo inferno di fuoco.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso