Amedy Coulibaly Hayat 150110075650
RIVELAZIONI 10 Gennaio Gen 2015 1906 10 gennaio 2015

Francia, un ostaggio provò a fermare Coulibaly

Freddato da un colpo alla testa dopo aver impugnato un'arma non funzionante.

  • ...

Amedy Coulibaly.

Il giorno dopo il doppio blitz che ha liberato, almeno per il momento, la Francia dall'incubo jihadista, emergono particolari ancor più scioccanti sul sequestro innescato da Amedy Coulibaly in un market kosher di Porte de Vincennes. In particolare, a far scalpore è la storia di un ostaggio, che avrebbe perso la vita nel tentativo di fermare l'aggressione del terrorista, impugnando una pistola abbandonata dallo stesso Coulibaly. Un'arma, tuttavia, che non sarebbe stata in grado di sparare e che avrebbe permesso al killer di freddare l'ostaggio con un colpo alla testa. A raccontare la storia ai media francesi è stato Mickael B., tra le persone squestrate assieme al figlioletto di tre anni e mezzo.
NASCOSTI NEL FREEZER. Altra storia di eroismo è quello di Lassana Bathily, 24enne maliano di religione musulmana e dipendente del negozio kosher, che è riuscito a salvare se stesso e almeno altre cinque persone nascondendole nella cella frigorifera nei sotterranei.
«Ho detto loro di calmarsi e di non fare rumore, perché se ci avesse scoperto ci avrebbe uccisi», ha raccontato lui stesso alla televisione francese Bfmtv. Dopo aver nascosto le persone nel freezer, il giovane ha spento la luce e l’impianto di raffreddamento e poi sarebbe stato proprio lui a mettersi contatto con la polizia all’esterno del negozio, facilitando il blitz delle forze speciali.

Correlati

Potresti esserti perso