Soir Charlie Hebdo 150111164241
APPRENSIONE 11 Gennaio Gen 2015 1651 11 gennaio 2015

Belgio, minacce a 'Le Soir': redazione evacuata

Il quotidiano francofono nel mirino per la copertura della strage a Charlie Hebdo.

  • ...

La prima pagina del quotidiano belga 'Le Soir' il giorno dopo la strage nella redazione di 'Charlie Hebdo'.

Continua a regnare la paura in tutta Europa dopo l'attacco terroristico nella redazione di Charlie Hebdo. L'11 gennaio, mentre a Parigi 2 milioni di persone si riversavano in piazza per manifestare contro la violenza, è stata evacuata la redazione del principale quotidiano belga francofono Le Soir, dopo una telefonata anonima che minacciava una bomba per la copertura svolta dalla redazione degli attentati terroristici a Parigi. La polizia ha fatto un perimetro di sicurezza attorno alla sede.
MINACCE DA SINISTRA. La redazione del giornale ha ricevuto una telefonata di minacce poco dopo le 14.30, in concomitanza con l'inizio della marcia cittadina in solidarietà con quella di Parigi, secondo quanto riferisce lo stesso Soir sul suo sito.
«Esploderà tutto nella vostra redazione. Voi non ci prendete sul serio», ha detto l'autore della telefonata che ha rivendicato in nome «dell'estrema sinistra», criticando il quotidiano per la copertura fatta della strage terroristica di Charlie Hebdo che «nutre l'estrema destra».
EVACUATA ANCHE LA TIPOGRAFIA. Tutto l'edificio, situato nella rue Royale, a due passi da parlamento, sede di governo e ministeri e del Palazzo reale, è stato evacuato, così come per precauzione anche la tipografia fuori Bruxelles che stampa il quotidiano. I direttori del giornale hanno lasciato la marcia cittadina per raggiungere i colleghi.
La polizia, che ha ispezionato l'intero edificio che ospita la sede del giornale e la zona circostante, non ha trovato traccia di esplosivi e ha dato il permesso ai giornalisti di rientrare.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso