Marò Massimiliano Latorre 140913212304
CASO INFINITO 11 Gennaio Gen 2015 1815 11 gennaio 2015

Marò, il 12 gennaio decisione della Corte su istanza Latorre

Attesa per la scelta dei magistrati, tenuti a esaminare la proroga per il rientro in India.

  • ...

Massimiliano Latorre con alcuni familiari dopo il suo ritorno in Italia.

Il 12 gennaio è una giornata molto importante per il caso marò.
Le condizioni di salute del sottufficiale di Marina Massimiliano Latorre sono attese all'esame dei giudici della Corte suprema di New Delhi che per decidere se concedergli o no un'estensione del permesso di soggiorno in Italia dopo l'intervento chirurgico al cuore a cui si è sottoposto il 5 gennaio.
SCADENZA PERMESSO. L'appuntamento non è privo di tensioni perché proprio il 12 gennaio alle 24 scadono i quattro mesi di permesso concessi a Latorre nel settembre 2014 dopo l'ictus che lo ha colpito il 31 agosto nella sua residenza all'interno dell'ambasciata d'Italia.
Sul caso il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni ha osservato che «esiste una condizione sanitaria che non consente a Latorre di tornare in India, una condizione insuperabile».
Va ricordato che una prima istanza sul tema era stata presentata dai legali indiani insieme ad un'altra per Salvatore Girone il 16 dicembre.
NUOVA ISTANZA PIÙ ASCIUTTA. Entrambe le richieste erano però state ritirate di fronte ad una secca reazione del presidente della Corte, H.L. Dattu, che aveva ipotizzato da parte italiana anche un possibile «oltraggio al sistema giudiziario indiano».
La nuova istanza è più asciutta della precedente, riassume le terapie riabilitative seguite da Latorre, e spiega che i suoi medici hanno deciso di sottoporlo ad un intervento cardiaco per rimuovere la possibile causa dell'ictus sofferto in India.
In essa non si propongono i tempi di estensione dell'eventuale permesso, lasciando questo alla discrezionalità del tribunale.
Dimesso dal Policlinico San Donato alle porte di Milano l'8 gennaio, il sottufficiale di Marina è stato trasferito in un'altra struttura sanitaria, dove ora è sottoposto a follow up neurologico.
È possibile che la sua discussione avvenga nella tarda mattinata indiana.
L'ambasciatore d'Italia Daniele Mancini, assieme al personale dell'ambasciata d'Italia e ai legali di Latorre, hanno tenuto nel tardo pomeriggio dell'11 gennaio una riunione per fare il punto sulla linea che l'avvocato K.T.S. Tulsi terrà durante l'udienza.

Correlati

Potresti esserti perso